New York, un riflesso in una pozzanghera

25/10/2011

New York, un riflesso in una pozzanghera

Monica Castiglioni coltiva molti interessi: oltre che apprezzata designer di una propria linea di gioielli e visual artist, si presenta ora anche in veste di fotografa.

A Milano si é tenuta la sua prima mostra fotografica, presso la galleria Francesco Zanuso, dal 12 al 25 ottobre 2011, curata da Francesca Alfano Miglietti: New York- A Glimpse in the Puddle ( New York- Un riflesso in una pozzanghera) é una selezione di oltre quaranta scatti tra piú di cento fotografie raccolte nel libro ?A Glimpse in the Puddle?, (edizioni Charta) che Monica Castiglioni ha dedicato a New York.

?Il lavoro fotografico di Monica?, afferma Uscha Pohl, giornalista, docente universitaria e fashion designer che ha curato l´introduzione del libro, ?mostra la sua passione per la vita indifferentemente entusiasta ?.

La New York delle fotografie é vista per spunti, immagini sfumate: strade desolate, le vie del quartiere Tribeca, sotto Canal Street, tombini che emergono dall´acqua affiancati dai riflessi di vecchie aziende maestose e poderosi edifici.

Il punto di vista é inedito: una cittá vista dal basso, dagli angoli dei marciapiedi, riflessa su pozze e asfalto, ?un mondo che abitualmente oltrepassiamo per evitare di bagnarci?, afferma l´artista, che da diversi anni vive tra la metropoli statunitense e Milano. Le immagini non sono state manipolate o ritoccate al computer: una precisazione che suggerisce un approccio molto intimo e genuino all´esperienza fotografica, al suo cammino curioso per le strade della cittá.

La fugacitá é un riferimento ricorrente nelle immagini di New York vista da Monica Castiglioni: fugaci i riflessi, che un colpo di vento puó cancellare, un sasso deformare; fugace l´immagine particolare di una cittá intera, enorme, che muta irrimediabilmente, in perenne trasformazione, anche nella propria architettura.

Quello di Monica Castiglioni é un omaggio alla cittá, tra passato, presente e futuro, tristezza e speranza. Speranza, soprattutto, in quanto, ?se la pioggia rappresenta le lacrime della terra, mi piace ricordare che c´é sempre il sole dietro le nuvole e che prima o poi porterá tutto a rivivere?.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: