ABITARE LE ALPI IN UN CLIMA CHE CAMBIA

13/12/2016

ABITARE LE ALPI IN UN CLIMA CHE CAMBIA
abitazione a Moena, progetto Weber+Winterle

Lunedì 19 dicembre presso il centro incontri della Provincia di Cuneo l’Ordine degli Architetti di Cuneo organizza il convegno dal titolo Abitare le Alpi Occidentali in un clima che cambia.

Le previsioni del Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici stimano aumenti termici tra 1,5 e 3°C in inverno e oltre 3°C in estate, con possibili punte superiori a +6°C sulle Alpi Occidentali.

L’incontro vedrà il contributo del meteorologo Luca Mercalli, che avvierà il confronto a partire dai dati scientifici, dell’architetto Alberto Winterle, Presidente dell’Associazione Architetti Arco Alpino, che illustrerà alcuni esempi di edifici e architetture esemplari, non solo dal punto di vista dell’uso efficiente delle risorse energetiche e ambientali ma rilevanti nel rapporto con il paesaggio, e di Silvio Cagliero, Direttore dell’Arpa Piemonte Sud-Ovest di Cuneo. 

«In un contesto sensibile come quello alpino c’è bisogno di interventi che sappiano coniugare alla funzionalità e alla sostenibilità energetica anche la qualità architettonica, sia in forma tradizionale che contemporanea. - afferma Claudio Bonicco, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Cuneo - In quest’ottica, il nostro Ordine sta sviluppando, in collaborazione con il colleghi francesi della Règion Paca, il progetto Habit.A nel quadro del programma di cooperazione transfrontaliera Italia - Francia Alcotra 2014/2020. L’obiettivo è quello di innescare, attraverso un percorso formativo rivolto a tutti gli attori che vivono il territorio alpino, un cambiamento culturale per passare dal concetto di sostenibilità a quello di responsabilità del costruito».

 

«Qualsiasi azione di trasformazione del paesaggio presuppone la consapevolezza, culturale e tecnica, che i nostri interventi concorrono a costruire l’identità di un luogo - prosegue Alberto Winterle, Presidente dell’Associazione Architetti Arco Alpino - In questo senso il concetto di sostenibilità non si può limitare alla sola valutazione quantitativa delle prestazioni di un manufatto, ma deve prendere in considerazione il senso stesso della sua esistenza, della sua qualità intrinseca e del suo rapporto con il contesto».

 

Nei territori alpini in particolare la dimensione ambientale e paesaggistica è infatti alla base di uno sviluppo economico equilibrato, che può esso stesso contribuire a mitigare gli effetti delle attività umane sul clima, e dell’identità sociale e culturale delle popolazioni che tali territori abitano.


Abitare le Alpi Occidentali in un clima che cambia


Dove Centro Incontri ella Provincia di Cuneo

Quando lunedì 19 dicembre h. 16:30




Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: