AIMING HIGH, I VINCITORI DELLA CALL DI PROGETTO CMR

23/12/2019

AIMING HIGH, I VINCITORI DELLA CALL DI PROGETTO CMR

Progetto CMR ha festeggiato i venticinque anni di attività con la premiazione dei vincitori di Aiming High, la call for ideas interna, aperta a tutti i dipendenti e collaboratori dello studio di progettazione internazionale, lanciata lo scorso anno.

Le regole erano semplici: presentare, su tavola e con un modello, il progetto di un’ipotetica torre alta 160 metri e con una superficie lorda di 2.000 mq per piano. La tavola di progetto doveva essere preparata in scala 1:400 e il modello con qualsiasi materiale.

Allestiti nella nuova sede milanese di Progetto Cmr, una palazzina di 3 piani in via Russoli 6 interamente ristrutturata, e visitabili su appuntamento, i 15 progetti documentano la vivacità di idee dei giovani progettisti dello studio.

La selezione dei vincitori si è basata per metà sul voto interno espresso da tutti i collaboratori dello studio e per l’altra metà sul parere di una giuria di esperti composta da Gilda Bojardi (direttrice di Interni), Matteo Cabassi (A.d. di Brioschi Sviluppo Immobiliare), Valeria Falcone (Italy County Head Barings), Antonello Fusetti (Presidente Scuola Politecnica di Design), Silvia Maria Rovere (A.d. Morgan Stanley), Elena Sommaruga (direzione immobili di Intesa San Paolo) e dall´ingegner Gianni Verga.

Primo premio di 3.000 euro al progetto “Vvpr Tower”.

Vvpr Tower 

 

Al secondo posto la torre “Spoon Tower” (le facciate si ispirano alla forma di un cucchiaio di legno) e al terzo posto “Babylon Market”.

Spoon Tower e, sotto, il progetto Babylon Market.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: