AL VIA MADE EXPO 2017

09/03/2017

AL VIA MADE EXPO 2017
Oggi seconda giornata di Made expo 2017: numerosi anche i convegni e seminari tecnici

Ha aperto ieri i battenti, alla presenza del ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, Made expo, la fiera internazionale delle costruzioni. La rassegna, che si tiene negli spazi fieristici di Fiera Milano Rho e che è giunta alla sua ottava edizione, rimarrà aperta fino a sabato 11.

Le parole d’ordine dell’edizione 2017 sono qualità, concretezza, integrazione e interconnessione perché, come ha sostenuto il presidente di Made Eventi Roberto Snaidero “Una fiera è innanzitutto un luogo dove le imprese vengono per fare business”.

Per il ministro Delrio “Made expo è un’occasione privilegiata per discutere di sostenibilità e innovazione nell´edilizia. Abbiamo attivato diversi strumenti perché il settore sia sempre più coinvolto in una progettazione di qualità, sostenibile e intelligente al servizio delle nostre comunità. Penso al Codice dei contratti pubblici, che guarda molto alla qualità progettuale introducendo il tema della modellazione delle informazioni. Qualità, innovazione, sicurezza e sostenibilità, cura delle persone e del contesto sono principi validi in ogni cantiere”.


Tra i padiglioni e gli stand della rassegna milanese c’è un certo ottimismo, confermato dall’analisi del Centro studi di Federlegno Arredo Eventi. I prodotti per l’edilizia, infatti, consolidano il volume d’affari con una leggera crescita (+1%) legata alle esportazioni e una sostanziale stabilità del mercato interno. Conferma la medesima crescita (+1%) il comparto delle finiture per l’edilizia soprattutto grazie al mercato interno.

Da poco iniziati sono i convegni e i seminari della seconda giornata di fiera. Molto spazio è dedicato alla presentazione di materiali da costruzioni sostenibili (padiglione 1), all’architettura bioclimatica (padiglione 1) e alla diagnosi energetica degli interventi di efficientamento energetico (sala Sagittarius del Centro servizi). Non mancano, nella giornata di oggi, le presentazioni di opere di architetture realizzate di recente, come la Casa Riga di Stefania Saracino e Franco Tagliabue Architetti (padiglione 2) e il nuovo teatro dell’Opera di Firenze (padiglione 7). Ricca anche la presentazione delle realizzazioni di studi di architettura internazionali come quelle di Francisco Pardo (padiglione 2), Mei architects and planners (padiglione 2), Olalquiaga Arcquitectos (padiglione 2) e Wee Studio (padiglione 2).

Numerosi i convegni e i seminari in programma anche nella giornata di domani, venerdì 10 marzo: dagli approfondimenti sulla progettazione Bim (padiglione 10) alle esperienze italiane di Green building (padiglione 1), dalla riqualificazione dei condomini alle sharing cities (padiglione 10), dalla presentazione di nuove realizzazioni come l’Estonian national museum (padiglione 2) al convegno sul dopo terremoto tra ricostruzione e prevenzione (padiglione 10).

Sabato 11 marzo, giornata conclusiva, si torna a parlare di sicurezza del condominio, di bonus e di tecniche di adeguamento sismico (sala Sagittarius del Centro servizi), di sicurezza antincendio e di Bim per il fire engineering e il safety management (padiglione 10). Ampio spazio è dedicato ai temi dell’energia e dell’abitare con il convegno sulla riqualificazione degli edifici attraverso il metodo Passivhaus (padiglione 1). Vincenzo Latina terrà invece una Lectio Magistralis (padiglione 2), mentre si parlerà di rigenerazione e contract come binomio utile alla ripresa (padiglione 7). Infine, organizzati da Archmarathon, si concluderanno gli appuntamenti di Made expo con la premiazione dell’Archmarathon Selections (padiglione 2, ore 12,30). Il programma dettagliato dei convegni e dei seminari è consultabile su www.madeexpo.it.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: