ARPER IN GUGGENHEIM INTRAPRESÆ

29/01/2017

ARPER IN GUGGENHEIM INTRAPRESÆ
La bowl chair disegnata nel 1951 da Lina Bo Bardi nel 1951 è stata rieditata da Arper in una collezione limitata di 500 esemplari (ph. Marco Covi)

Con l’arrivo di Arper salgono a 21 le aziende che dal 1992, sotto l’etichetta di Guggenheim Intrapresæ, sostengono con impegno e passione la programmazione espositiva e le attività della Collezione Peggy Guggenheim di Venezia.

L’ingresso in Guggenheim Intrapresæ, accanto tra gli altri a Rubelli, Mapei, Florim e Arclinea è una conferma di un percorso sociale e culturale coerente che ha già portato l’azienda di Monastier di Treviso al sostegno di importanti iniziative culturali quali  la mostra itinerante Together dedicata a Lina Bo Bardi con 12 tappe nel mondo e il sostegno al Padiglione Italia della Biennale Architettura 2016 con la realizzazione del dispositivo di Emergency che a breve inizierà la sua concreta attività su strada nella periferie d´Italia.

Sedute Catifa 46 di Arper (design Lievore Altherr Molina) al museo svizzero dei trasporti


Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: