AVVIATA LA COSTRUZIONE DI TORRE LIBESKIND A MILANO

28/06/2016

AVVIATA LA COSTRUZIONE DI TORRE LIBESKIND A MILANO
La platea di fondazione della torre Libeskind, il terzo grattacielo di Citylife

Le fondazioni erano state gettate lo scorso novembre. Oggi, con la della posa della prima pietra, è partita la costruzione di Torre Libeskind nell’area di sviluppo di Citylife a Milano.

Una volta completata (previsione 2018) la torre dalla caratteristica forma curva, per la quale Daniel Libeskind afferma di essersi ispirato alle cupole rinascimentali e all´intimità suggerita dalla Pietà Rondanini) raggiungerà un’altezza complessiva di 175 metri per 31 piani e una Slp di circa 33mila mq.

La torre progettata da Libeskind è l’ultima ad essere costruita del Business & Shopping District di CityLife, con Torre Allianz, la più alta, progettata da Arata Isozaki con Andrea Maffei e Torre Generali, progettata da Zaha Hadid Architects e ormai completa dal punto di vista strutturale.

L’edificio, con il suo andamento curvilineo, è organizzato con una lobby a doppia altezza, disegnata in continuità con la nuova piazza Tre Torri. La sagoma del piano uffici e la relativa superficie sono variabili piano per piano in relazione allo sviluppo geometrico dell’edificio. La variabilità della sagoma di piano, data dalla particolarità del volume architettonico, è compensata dagli spazi di supporto posti attorno al nucleo centrale.

Milano 28 giugno 2016, la posa della prima pietra

 

La struttura è interamente in calcestruzzo armato sino al livello 29° penultimo impalcato compreso; a partire dal livello 30° compreso, la struttura è in acciaio e forma il coronamento sommitale (crown), caratterizzato da un volume vetrato, con lamelle metalliche che completano le linee geometriche della torre. Il sistema delle facciate è stato studiato con un’attenzione particolare che tiene conto della geometria dell’edificio: l’involucro è costituito da pannelli vetrati, sorretti nella parte sommitale da un sistema di centine e travi metalliche in continuità con la maglia dei 20 pilastri dei piani inferiori. Data la variabilità delle geometrie, i pannelli vetrati di facciata hanno dimensioni che cambiano piano per piano.

nel render di Studio Libeskind, la torre una volta completata

 

Ai livelli 27° e 28° della torre una sala conferenze a doppia altezza.

Torre Libeskind ha già ottenuto, come le altre due Torri, la pre-certificazione LEED™ con rating GOLD, a conferma dell’impegno di CityLife verso l’ambiente.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: