BIGGER IS BETTER? CONGRESSO INARCH 2018

09/04/2018

BIGGER IS BETTER? CONGRESSO INARCH 2018
Todi, By Livioandronico2013 - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=34692790

In occasione del prossimo congresso nazionale, mercoledì 11 aprile a Roma In/Arch organizza una giornata di discussione aperta a tutti i soggetti – politici, industriali, finanziari, culturali – a diverso titolo interessati a delineare un percorso di sviluppo originale e concreto per il nostro Paese capace di coniugare l’innovazione con i “caratteri originari” del territorio italiano.

Il modello di produzione del Made in Italy ha dato luogo a un’economia territoriale capace di esprimere compiutamente la vocazione industriale più profonda del nostro Paese, da un lato, e di far fronte alla crisi della grande impresa avviatasi nella seconda metà degli anni Settanta, dall’altro. 

Lungi dall’essere un semplice optional del luogo di produzione o di direzione, l’architettura è una componente fondamentale di questo modello.

Ma non sempre piccolo è bello: per fare fronte alla crisi internazionale esplosa nel 2008 sarebbe necessario dare vita a una strategia territoriale alla grande scala già prefigurata, nell’immediato dopoguerra, da Adriano Olivetti, anche attraverso la valorizzazione di un sistema insediativo diffuso che nella storia ma anche nel presente ha dato luogo alla straordinaria geografia policentrica che caratterizza il nostro Paese.

Il convegno di mercoledì ripropone questi temi, centrali anche nel programma del Padiglione Italia alla Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia di quest’anno, curata da Mario Cucinella. 

Dopo l’introduzione del presidente di In/Arch Adolfo Guzzini il convegno di mercoledì, che si svolge presso la sede dell’Ance in via Guattari a Roma, prevede gli interventi del ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda, del sociologo Aldo Bonomi, dell’architetto Aldo Cibic, di Irene Giglio (MCA Mario Cucinella Architects), del Presidente di FS Sistemi Urbani Carlo De Vito, del professor Carlo Modonesi docente di ecologia umana all’Università di Parma, del presidente dell’Associazione dei Comuni Italiani Antonio De Caro e di Gabriele Buia, presidente Ance.

 

La partecipazione all’incontro prevede il rilascio di 4 Cfp per architetti, richiesti al Cnappc.

 

Programma e registrazione (obbligatoria per ricevere i Cfp) https://www.inarch.it/congresso2018/



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: