BILANCIO SOSTENIBILITÀ DI PANARIAGROUP

13/09/2017

BILANCIO SOSTENIBILITÀ DI PANARIAGROUP

Panariagroup ha presentato questa mattina a Milano il suo primo Bilancio di Sostenibilità.

Il report di 122 pagine, redatto in collaborazione con Deloitte in conformità ai Gri Standard del Global Reporting Initiative, documenta l’impegno dell’azienda di Fiorano Modenese per limitare l’impatto ambientale in termini di impiego di energia e risorse e riduzione dei rifiuti, di impegno per la qualità di vita e la sicurezza dei propri dipendenti e collaboratori e di responsabilità sociale verso il territorio in cui opera.

la presentazione del bilancio di Sostenibilità questa mattina, prersso la greenhouse della sede di Deloitte a Milano. Da sinistra Emilio Mussini, presidente di Panariagroup, Franco Amelio di Deloitte e Mario Cucinella 

 

«Siamo orgogliosi di presentare per la prima volta nella nostra storia il Bilancio di Sostenibilità – ha commentato Emilio Mussini, Presidente di Panariagroupche intendiamo non solo come certificazione di un percorso di impresa responsabile che ci contraddistingue fin dalle nostre origini, ma anche come stimolo per costruire e realizzare iniziative che ci portino a rafforzare anno dopo anno l’impegno nei confronti dello sviluppo sociale e economico della comunità di cui siamo parte nel pieno rispetto delle componenti ambientali. Crediamo fortemente – ha proseguito Mussini – in un modo di fare impresa etico e responsabile, in linea con le richieste sempre più evidenti manifestate dai consumatori in tutto il mondo e in tutti i settori».

La presentazione è stata oggetto di una tavola rotonda organizzata presso la sede milanese di Deloitte, moderata dal giornalista Luca Orlando, a cui hanno preso parte insieme a Mussini il sustainability leader di Deloitte in Italia Franco Amelio e l’architetto Mario Cucinella. 

Panariagroup, attiva in 122 paesi con nove brand – i principali e più noti sul marcato italiano sono Panaria Ceramica, Cotto d’Este e Lea Ceramiche – ha chiuso l’esercizio 2016 con 11,2 milioni di euro di utile netto e 377 milioni di euro di fatturato, 11,2 milioni di euro di utile netto e un dividendo di 0,247 euro per azione (+11,4%, il tasso medio di crescita dei ricavi nell’ultimo triennio). Il volume complessivo di investimenti nel 2016 è stato di 38,1 milioni di euro. 1.666 i dipendenti, in crescitao del 5% sull’anno precedente.

Risultati economici 2016, estratto dalla sintesi del bilancio di sostenibilità Panariagroup 2016

 

Panariagroup è stato il primo gruppo ceramico a investire sul grès porcellanato laminato, una lastra rivoluzionaria proposta in formati fino a 300x100 cm e in spessori ridotti fino a 3 mm: una scelta che, seppur inizialmente dettata da ragioni commerciali, abbatte drasticamente l’impatto ambientale dei prodotti, per l’evidente risparmio di materie prime e risorse produttive e di logistica in genere, limitando così anche le emissioni di CO2.

Risultati ambientali 2016, estratto dalla sintesi del bilancio di sostenibilità Panariagroup 2016



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: