CENTRO COMMERCIALE FIRMATO DAVIDE PADOA

28/05/2018

CENTRO COMMERCIALE FIRMATO DAVIDE PADOA
Il centro commerciale Aura a Roma da poco inaugurato. Il progetto è di Design International

Ha da poco aperto al pubblico il nuovo centro commerciale Aura. Un polo commerciale che sorge a Valle Aurelia, nel centro di Roma, non distante dalla Città del Vaticano. Il progetto architettonico è di Design International, di Davide Padoa (per gli aspetti edilizi ha collaborato l’architetto Stefano Coradeschi).

L’iniziativa - che vede protagonisti Cds Holding, società attiva nel settore dei centri commerciali, e Orion Capital Managers, azienda europea di private equity specializzata in investimenti immobiliari - rientra in un progetto di riqualificazione urbana che coinvolge il quartiere di Valle Aurelia con l’obiettivo di riorganizzare i servizi e valorizzare l’ex Fornace Veschi.

Il centro commerciale, connesso alla nuova piazza della Fornace, è pensato come elemento di ricucitura urbana, per diventare un punto di aggregazione grazie a una serie di percorsi che mettono in comunicazione l´area residenziale alle stazioni della metropolitana e della linea ferroviaria.

Il centro commerciale Aura comprende 60 negozi, 10 ristoranti, una palestra, un ipermercato, un book store e diversi bar

Aura è un centro polifunzionale che si sviluppa su 48mila metri quadrati (con una superficie commerciale utile di 17mila) e che comprende 60 negozi, un ipermercato Pam, una palestra Virgin Active, dieci ristoranti, un book store Mondadori, con spazi per attività ricreative e diversi bar, tutti collegati da percorsi pedonali e aree verdi.

Il mall si sviluppa su quattro livelli (oltre ai due piani interrati destinati a autorimessa per 750 posti auto circa) con un andamento digradante che segue il dislivello del terreno, grazie al quale si può accedere dall’esterno da tutti i livelli, creando interessanti quinte cittadine su ogni lato.

Il cuore del progetto si fonda sulla galleria commerciale, semiaperta e non climatizzata, dove si affacciano i negozi dei tre diversi livelli e che culmina con una piazza privata a uso pubblico. La galleria funge da collegamento tra la stazione della metropolitana, l’area residenziale e piazza della Fornace.

L’elemento distintivo del polo commerciale è la terrazza-food court all’ultimo piano, dalla quale è possibile avere una vista panoramica su Roma e da cui si sviluppano numerosi percorsi che rendono il centro facilmente fruibile. Grazie a un continuo passaggio tra interno ed esterno, il mall risulta permeabile così da rappresentare una nuova porzione di città.

Il carattere di permeabilità si evince raggiungendo il centro dall’esterno, dove un sistema di rampe di collegamento ai vari livelli, ispirate all’High Line di New York, costituisce una serie di parchi lineari, con continui affacci verso la piazza e un costante cambio di visuale verso l´edificio.

L´annullamento della distinzione tra interno ed esterno viene sottolineato dalla scelta della copertura della terrazza-food court, realizzata in legno lamellare e vetro, elemento architettonico che privilegia l´uso della luce naturale capace di illuminare parte della galleria. Anche per il concept degli interni si è tenuto conto della natura urbana del centro, in cui la galleria è concepita come elemento di connessione e come luogo di passeggio.

Nella galleria si affaccia un altro elemento distintivo del centro: un fronte a tre livelli che si propone come vera e propria quinta stradale, mostrandosi come una facciata riletta in chiave commerciale. Il tema della strada viene sottolineato anche nella scelta dei materiali che definiscono gli interni (per le pavimentazioni, ad esempio, si è scelto un grés effetto pietra che richiama il lastricato stradale, giocando sui sistemi di posa e su diverse tonalità dal bianco al grigio scuro, creando pattern che ricordano le strade della Capitale). Il materiale usato per la pavimentazione degli interni è stato scelto anche per gli esterni, in modo da creare una continuità e rafforzare il concetto di permeabilità dell´edificio, eliminando ogni marcata distinzione.

Una pista ciclo-pedonale permette di attraversare l’area collegando i quartieri affacciati su via Baldo degli Ubaldi con il quartiere Trionfale.

Il centro commerciale Auraè gestito da Savills Larry Smith, mentre Forum Real Estate Management agisce in qualità di asset manager. JLL Italia svolge il ruolo di agente esclusivo di commercializzazisone del centro commerciale.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: