COMUNICARE IL DESIGN

05/03/2014

COMUNICARE IL DESIGN

È sufficiente creare uno stupendo – o geniale - oggetto di design? O rischia di diventare l´ennesimo di una lunga serie?  Se ne parla a Firenze il 7 e 8 marzo in un convegno organizzato da Silvia Rizzi Comunicazione e ISIA di Firenze.

È il tema di AnDSAnother Design Stuff, il convegno ideato da Silvia Rizzi Comunicazione e organizzato in collaborazione con ISIA di Firenze per esplorare il mondo della comunicazione legata al design. Due giornate fitte di incontri, storie, case histories, progetti speciali: un convegno-evento fatto di partecipazione e un´esperienza interattiva. 

Quello del design e della creatività è un settore in cui – ancora più che in altri – non è sufficiente “fare” ma è necessario comunicare, raccontare il percorso creativo e progettuale che è dietro ad ogni oggetto. Ma qual è oggi la situazione con cui confrontarsi per far conoscere un’attività creativa, un oggetto di design, una linea di prodotti, un’idea progettuale? Quali le figure coinvolte, le strutture, i meccanismi?

Protagonisti, con storie ed esperienze del lavoro quotidiano, saranno professionisti della comunicazione che operano in azienda e consulenti di comunicazione, uffici stampa, giornalisti, blogger, social media specialist e curator.

Grande spazio sarà dedicato alle opportunità offerte dal web e dai social media, approfondendo caratteristiche, modalità di utilizzo, potenzialità. Non si tratta semplicemente di prodotti ma di mondi, filosofie progettuali e visioni per interpretare realtà, direzione e sviluppo dei differenti territori della creatività. Dialoghi e racconti che si svilupperanno tra professionisti, aziende, studenti e docenti. Agli interventi dei relatori seguiranno momenti di dialogo e attività interattive in parallelo: scotchwall, live tweeting e pitching saranno alcuni dei momenti di confronto informale e interattivo.

Ingresso libero e gratuito, occorre iscriversi alla mail ands@isiadesign.fi.it oppure direttamente compilando un modulo sul sito ISIA.

Per scaricare il programma in pdf cliccare QUI



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: