CON SMART HOUSE DA OGGI A BOLOGNA L’EDIZIONE 51 DI SAIE

14/10/2015

CON SMART HOUSE DA OGGI A BOLOGNA L’EDIZIONE 51 DI SAIE
Lantschner, Campagnoli e Cucinella alla presentazione di SAIE Smart Home

Apertura ufficiale, questa mattina a Bologna, della 51esima edizione di SAIE, con il nuovo format SAIE Smart House, dedicato alla progettazione e alle tecnologie di costruzione e di impiantistica integrate e digitali per edifici sostenibili e per la riqualificazione energetica, ambientale e di sicurezza del costruito.

Con SAIE Smart House BolognaFiere attiva una collaborazione con Mario Cucinella e la sua nuova SOS School of Sustainability – che terrà tre giorni di incontri con amministratori delle città italiane e studenti sul tema della realizzazione, nelle città metropolitane, delle regole e degli obiettivi della sostenibilità - e con Nomisma e Nomisma Energia che propongono il format RE-use, RE-start: un fitto programma di appuntamenti per ri-pensare il mercato immobiliare, valorizzandolo e migliorandone l’appetibilità, attraverso alcune direttrici fondamentali (un’offerta credibile, un mercato sempre più internazionale, nuove politiche di gestione del territorio e nuove normative, in un’ottica di ri-generazione e ri-uso). Una ri-partenza che sarà raccontata attraverso una serie di workshop con i principali protagonisti del Real Estate.

A SAIE Smart House il mondo dell’edilizia discuterà con tutti gli esperti dell’urgenza di attivare una politica per la riqualificazione degli edifici e delle città e di messa in sicurezza del territorio, un volano fondamentale per una politica economica di investimenti, anche pubblici, che rilancino realmente – e strutturalmente – le linee di sviluppo nel nostro Paese. 

Al centro del dibattito il tema “uomo-casa-ambiente costruito” e una nuova idea di città e rispetto del territorio. Una proposta che intercetta un cambiamento sociale in atto nella cultura e nei nuovi stili di vita e apre un nuovo mercato potenzialmente enorme: se negli ultimi sei anni il sistema italiano delle costruzioni ha registrato una contrazione di oltre il 28%, cresce invece la domanda di ristrutturazioni. Sul territorio nazionale, sono circa 13,6 milioni i fabbricati da recuperare e per rispettare il piano strategico dell’UE 2050 il nostro Paese dovrebbe ristrutturare 1.500 abitazioni al giorno. 

Entro il 2050 l’energia nell’edilizia dovrà, infatti, essere ridotta dell’80% (fonte Energy Roadmap 2050) ed entro il 2020 l’Europa sta imponendo case a energia quasi zero (NZEB): questo significa che le case in costruzione e in ristrutturazione dovranno rispettare precisi requisiti di efficienza energetica e di sostenibilità, e di conseguenza essere realizzate fin d’ora con un occhio rivolto al futuro.  

 

 

I PERCORSI DI SAIE MART HOUSE 2015 

Smart House è un percorso che si sviluppa in 3 grandi aree tematiche, divise ma tra loro integrate: dalla progettazione consapevole di un edificio all’abitare una casa responsabilmente, passando attraverso la costruzione sostenibile di un immobile. 

I padiglioni 32 e 33 accolgono l’area del PROGETTARE: gli sviluppatori di software e hardware per l’edilizia e le costruzioni presentano le più importanti novità gestionali per il calcolo e la computergrafica, mentre AIST (Associazione Italiana Software Tecnico) presenta le nuove proposte di soluzioni software e una serie di incontri con specialisti della progettazione BIM (Building Information Modeling). 

Ritorna anche All Digital Smart Building, mostra realizzata in collaborazione con CNA, dedicata a installatori, progettisti di impianti, ingegneri, architetti, imprese di costruzioni e amministratori di condominio per offrire ad aziende e professionisti uno spazio in cui documentarsi, informarsi e formarsi per sapere come realizzare l´edificio digitale, cablato per le comunicazioni satellitari broadband e broadcast - online. 

I padiglioni 25 e 26 ospitano l’area del COSTRUIRE: materiali e sistemi costruttivi, tecnologie strutturali e antisismiche, ingegneria del suolo e consolidamenti delle fondazioni, macchine e impianti per la produzione edile e il cantiere. 

Nel Padiglione 25, oltre al meglio dell’offerta commerciale, dedica grande spazio anche al dibattito sulle diverse tematiche del costruire: Federbeton - protagonista della filiera del calcestruzzo - presenta #Costruiamo, #Concretamente un format di confronto e dibattito per evidenziare i temi del rilancio delle costruzioni in Italia; mentre ANDIL (Associazione Nazionale degli Industriali del Laterizio) presenta nella Piazza del Laterizio e della Ceramica (nata in collaborazione con ANDIL e Confindustria Ceramica) Costruire consapevole: un fitto programma di incontri alla scoperta delle soluzioni per la casa del futuro. 

Altra novità 2015 è SAIE #Idrogeo: un’area informativa ed espositiva dedicata al tema del recupero e messa in sicurezza del territorio dal punto di vista idrogeologico. 

Nel Padiglione 26 tornano anche l’Area della Ricerca che ospita oltre 15 Centri di Ricerca e Laboratori Universitari nazionali, insieme al CNR, all’Enea e a diverse reti di Imprese e ARCHItechnology: ciclo di incontri informativi rivolti a tecnici e progettisti sulle tecnologie per la progettazione e le costruzioni. 

Sempre nel Padiglione 26 torna SAIE Academy, la formazione d’eccellenza proposta da SAIE Smart House che quest’anno presenta 21 corsi di alta formazione con più di 50 docenti coinvolti - con rilascio di crediti formativi - realizzati in collaborazione con i Consigli Nazionali delle Professioni e le Università italiane, distribuiti in 3 aree tematiche: Nuovi strumenti progettuali per una casa sicura ed efficiente; Riqualificazione funzionale, prestazionale ed energetica degli edifici; Recupero e consolidamento strutturale degli edifici

I Padiglioni 21 e 22 ospitano l’area dell’ABITARE, dedicata alle tecnologie del Costruire Sostenibile per Abitare Sostenibile. Coperture, involucri e facciate leggere, tamponamenti edilizi, isolamenti e impermeabilizzazioni, complementi e soluzioni di efficientamento energetico. 

Quest’area continua idealmente nell’attiguo Padiglione 29 che ospita il SIESalone dell’innovazione impiantistica degli Edifici, dedicata a tutte le filiere produttive dell’impiantistica civile: termoidraulica, climatizzazione, energie rinnovabili e domotica in un’ottica di forte integrazione del sistema edificio-impianto all’interno della piattaforma di SAIE. 

Costruire Verde infine (sempre Padiglione 21), organizzato dal gruppo #Landmaking, ospita l’area dedicata alle eccellenze made in Italy nel campo del verde strutturale e ornamentale: dove sperimentare e proporre soluzioni innovative per la qualità urbana ed il verde paesaggistico, tecnologico, verticale per un abitare sempre più eco-sostenibile.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: