DIEFFEBI A DESIGN DISTRICT ROTTERDAM

04/06/2018

DIEFFEBI A DESIGN DISTRICT ROTTERDAM

Non è il Salone del Mobile ma con 200 partecipanti Design District Rotterdam – dal 6 all’8 giugno negli spazi degli storici stabilimenti Van Nelle di Rotterdam – è la maggiore fiera olandese di soluzioni per interni che comprende anche un nutrito programma di incontri, lectures e presentazioni di giovani designer.

Tra gli espositori anche aziende italiane attente al mercato estero come Dieffebi, la cui percentuale di esportazioni è in costante aumento.

Ad accogliere i professionisti della progettazione nello stand Dieffebi alcuni tra i best seller dell’azienda di San Vendemiano (Tv), tra cui l’ormai celebre DotBox, il sistema di contenitori modulare che si presta a infinite composizioni in orizzontale o verticale, in mostra anche con tecnologia Itair®, l’innovativo sistema di purificazione naturale dell’aria per ambienti indoor che, sfruttando l’anima tecnologica all’interno del “vaso smart”, fa in modo che le essenze vegetali amplifichino le loro naturali proprietà purificanti.

Andranno in scena anche alcune eccentriche cassettiere Quick personalizzate con colori brillanti sui toni del verde e un armadio Primo Sliding Door Acoustic che unisce la funzione di contenimento a quella di fonoassorbenza, in questa versione dotato di pratiche porte scorrevoli.

 

Dieffebi

Fin dagli esordi negli anni Settanta, Dieffebi si specializza nella lavorazione del metallo diventando negli anni un punto di riferimento a livello internazionale nel settore dell’arredo per l’ufficio, la casa e la collettività. Dieffebi ha sede a San Vendemiano (TV) con uno stabilimento produttivo di 10mila metri quadrati. L’azienda opera direttamente in tutte le fasi del processo manifatturiero, dalla progettazione alla prototipazione, dalla produzione alla verniciatura, utilizzando tecnologie all’avanguardia, materiali di prima qualità e processi a basso impatto ambientale e investendo in modo continuativo in ricerca e innovazione.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: