Eataly, bellezza tutta italiana

31/08/2012

Eataly, bellezza tutta italiana

È stato inaugurato presso l’Air Terminal dell’Ostiense di Roma il nuovo centro Eataly dedicato all’eccellenza enogastronomica italiana nel mondo. Come già avvenuto a Torino, per l’ex fabbrica Carpano, a Bologna per l’ex cinema Ambasciatori, e a Genova, con la terrazza di Palazzo Millo, Eataly ha inteso ridare vita a questo immobile progettato da Julio Lafuente come terminal per l’aeroporto di Fiumicino, inaugurato per i mondiali di calcio Italia ’90 e rimasto sostanzialmente vuoto e inutilizzato per 20 anni.

Il nuovo progetto per L’Air Terminal romano, curato da Franco Costa di Costa Group e dall’architetto Luigi Benvenuti, ha previsto la ristrutturazione dell’edificio e la creazione del nuovo punto Eataly su quattro piani per un totale di 17000 mq, con luoghi di ristoro, aree didattiche, luoghi di produzione a vista, area expo e un centro congressi.

Fondata da Oscar Farinetti con l’intento di smentire l’assunto secondo il quale i prodotti di qualità possono essere a disposizione di pochi in quanto cari o difficilmente reperibili, Eataly riunisce un gruppo di piccole aziende che operano nei diversi comparti del settore enogastronomico per proporre il meglio delle produzioni artigianali a prezzi ragionevoli, restringendo la catena distributiva dei prodotti e creando un rapporto di contatto diretto tra il produttore e il distributore finale, incentivato all’alimentazione consapevole.  Dall’individuazione dei produttori di eccellenza, al reperimento delle migliori materie prime disponibili sul territorio Eataly segue un percorso appreso da Slow Food, che svolge il ruolo di consulente strategico che verifica la qualità dei prodotti proposti offerti nei punti vendita italiani ed esterni. 



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: