Edilizia industrializzata in calcestruzzo: andamento e tendenze

03/04/2012

Edilizia industrializzata in calcestruzzo: andamento e tendenze

ASSOBETON, l´associazione che rappresenta in ambito confindustriale il comparto dell’edilizia industrializzata in calcestruzzo e riunisce oltre 200 operatori italiani, ha analizzato i dati di bilancio di un campione di 150 imprese del settore (106 del Nord, 20 del Centro e 24 del Sud e Isole) per delineare un quadro rappresentativo della situazione economica, patrimoniale e finanziaria delle aziende operanti nel settore della prefabbricazione.

Confrontando i dati dell’intero anno 2011 con i corrispondenti del 2010 viene rilevata una contrazione su base annua del fatturato di circa 14 punti percentuali e di 12 punti percentuali per il commissionato. Da notare che, nel triennio 2009-2011, il fatturato del comparto ha subito complessivamente una contrazione di circa 47 punti percentuali. In particolare nel quarto trimestre 2011 vi è stata una diminuzione del fatturato del 22% rispetto allo stesso periodo del 2010 e il commissionato ha subito una contrazione drastica di 34 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2010. Le stime prevedono un’ulteriore contrazione della produzione in metri cubi, differenziata a seconda dell´area geografica di riferimento.

In Italia, il comparto dell’Edilizia industrializzata in calcestruzzo è costituito da più di 1000 produttori di manufatti cementizi (562 al Nord, 326 al Sud e isole e 213 al Centro) per un volume d’affari stimato di circa 4 miliardi di euro.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: