EVOLUZIONI AI VERTICI ARPER

10/07/2019

EVOLUZIONI AI VERTICI ARPER
Armin Brogin, dallo scorso 8 luglio nuovo amministratore delegato di Arper

Nuovo amministratore delegato in Arper: dall’8 luglio Armin Brogin prende il posto di Vincenzo Rivizzigno, che proseguirà la sua collaborazione con la famiglia Feltrin nell’ambito del gruppo Marco’s, la holding di famiglia che oltre ad Arper controlla partecipazioni in una serie di attività industriali diverse dal settore Arredamento di design.

Il riassetto della catena di controllo e della governance del Gruppo avviene dopo anni di forte crescita a livello internazionale sotto la guida del presidente Claudio Feltrin e consentirà al gruppo Marco’s di perseguire al meglio gli obiettivi di espansione e di creazione di valore in tutte le aree di business a livello globale.

Armin Broger, 58 anni, laureato in business administration sia all’Università di Innsbruck sia alla Ca’ Foscari di Venezia e con un Mba ottenuto negli Stati Uniti, già alumnus di Bain, prima di approdare in Arper ha ricoperto un ruolo analogo in B&B Italia.

In precedenza aveva operato presso vari brand del settore moda, tra cui Esprit GmbH, Levi Strauss (come Presidente Emea), Tommy Hilfiger e Diesel, dove era direttore generale globale.

Claudio Feltrin ha commentato: «A nome di tutta la famiglia Feltrin ringrazio Vincenzo per gli anni dedicati ad Arper, con impegno ed energia immutati nel tempo, e per i risultati a cui ha contribuito in modo determinante. Sono certo che raggiungerà obiettivi straordinari nel suo nuovo ruolo. Con altrettanto entusiasmo diamo il benvenuto ad Armin. La sua esperienza internazionale e la sua capacità di dialogo ne faranno senz’altro una guida autorevole, capace di traghettare Arper verso traguardi ambiziosi. I miei migliori auguri di buon inizio a entrambi».

Arper oggi ha 11 showroom dislocati nelle principali capitali mondiali. Quattro di questi sono sede delle consociate del Gruppo: New York (Arper Usa), Dubai (Arp Middle East), Londra (Arper U.K.), e Tokyo (Arper Japan). 

Colonia, Milano, Amsterdam, Oslo, Chicago e Los Angeles sono spazi espositivi e luoghi di incontro e confronto con le comunità locali di designer e architetti. A questi si aggiunge l’in-house showroom presso gli hq di Treviso. 

Completano il quadro i meeting hub di Monaco e Beerneem (sede della branch Arper Belgium) e le branch commerciali di Singapore e Svezia.




Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: