FEEL UPTOWN, LABICS FIRMA IL NUOVO LOTTO

16/06/2020

FEEL UPTOWN, LABICS FIRMA IL NUOVO LOTTO
Feel UpTown, il nuovo lotto dello smart district milanese in un render di Wolf-VA, progetto architettonico Labics

317 appartamenti per un valore commerciale di 130 milioni di euro: avviata oggi l’offerta al mercato di Feel UpTown, il nuovo lotto – progettato da Labics – dello smart district sviluppato da EuroMilano sull’area a nord-ovest di Milano adiacente a MIND, dove si stanno insediando l’Human Technopole, il nuovo ospedale Galeazzi e le facoltà scientifiche dell’Università degli Studi di Milano.

Feel UpTown è stato immaginato con soluzioni che, sin dalla fase progettuale, rispondono alle esigenze della nuova era che si va configurando: la casa non più semplicemente come luogo della vita domestica serale o festiva, ma come hub multifunzionale capace di assolvere con flessibilità alle esigenze di tutti i componenti della famiglia per massimizzarne la funzionalità, il benessere ed il comfort.

La tradizione dei cortili interni milanesi e l’approccio estroverso delle logge e delle terrazze romane. Potrebbe essere questa la sintesi del nuovo progetto Feel UpTown, firmato dal team di progettazione composto da Labics, SIO Engineering e Valerio Cozzi, tra le firme più affermate nel panorama italiano (render Wolf-VA).

«In futuro, stare a casa per lavorare potrebbe essere una libera scelta, un modo di favorire la conciliazione dei tempi lavoro/famiglia», ma anche uno strumento per affrontare emergenze urbane che fino ad oggi hanno faticato a trovare soluzioni, dichiara Luigi Borré, presidente di EuroMilano

«Fare leva sulle abitazioni e sullo smart working per desincronizzare gli spostamenti delle persone e decongestionare le città – prosegue Borrè –non è una mera ipotesi futuristica, ma è una possibilità già oggi alla nostra portata.
Combinare, in una prospettiva multifunzionale, abitazioni confortevoli ai servizi disponibili presso gli edifici di abitazione o i distretti, significa ridurre le esigenze di spostamenti sincroni delle persone riducendo il traffico sulle strade cittadine. Se poi si abbinano gli strumenti di smart mobility e di intermodalità ad un potenziamento della rete dei trasporti pubblici tradizionali, ecco che le città (particolarmente le metropoli) possono davvero aspirare a cambiare volto.
Milano ha la possibilità di divenire città laboratorio, in cui una simile rete potrà soddisfare completamente le esigenze di spostamenti su un’area molto estesa della città, senza ricorso a mezzi privati. Le caratteristiche delle residenze costituiscono un tassello fondamentale rispetto ad un simile obiettivo
».

Il progetto vede la presenza dei più diversi tagli abitativi, comprese delle ville urbane, meravigliosi appartamenti con giardino privato dove godersi la bellezza di ogni stagione in intimità (render Wolf-VA). 

 

«In UpTown stiamo lavorando su servizi innovativi e sostenibili– gli fa eco Attilio Di Cunto, amministratore delegato di EuroMilano – quali il mini-shuttle elettrico a guida autonoma, il car sharing elettrico di comunità, i locker di condominio per ricevere pacchi, indumenti dalla lavanderia e spesa e poter svolgere i principali servizi postali.
I frigoriferi condominiali intelligenti sono ormai una realtà. Dalla domotica della casa ai servizi di condominio e di distretto, tutto sarà gestibile con una app. Gli utenti avranno a disposizione un vero e proprio manuale di vita/uso della casa (Smart Life Book) li accompagnerà nel cogliere tutte le potenzialità che la loro abitazione può oggi offrire: si tratta di una novità assoluta nel settore immobiliare
».

Il cuore di Feel UpTown è la corte interna, con una superficie più di 3.000 mq, un giardino protetto e intimo, rialzato di un piano rispetto alla quota della strada, su cui affacciano la gran parte degli appartamenti. Il progetto del verde sfuma il confine fra dentro e fuori: isole verdeggianti, bordure e siepi conciliano privacy e connessione con il parco e la città circostante (render Wolf-VA).

 

Sotto il manto verde la corte accoglie il cuore pulsante del progetto, i servizi esclusivi per i residenti, accessibili da una scalinata pronta a trasformarsi in una piccola arena per eventi, spettacoli e momenti conviviali tra i residenti (render Wolf-VA).

 

Anche il lancio commerciale del nuovo lotto si adegua ai tempi e ai modi della comunicazione online: gli appuntamenti si potranno svolgere sia di persona, presso l´ufficio vendite, che in modalità virtuale, comodamente da casa, grazie a uno straordinario tour virtuale che consentirà di avere una visione immersiva a 360° dell’appartamento, guidati da un consulente, che secondo i gusti e le esigenze suggerirà soluzioni per personalizzare gli interni. Alla fine della visita l’utente riceverà anche un documento con tutti i dettagli dell’appartamento appena visitato.

La commercializzazione del nuovo lotto, iniziata lunedì 15 giugno, arriva dopo il successo strepitoso dei primi due lotti South UpTown e East UpTown: un totale di 400 appartamenti andati sold-out in soli 24 mesi. 

Avviato nel 2016, il progetto UpTown è il primo smart district di Milano e d’Italia e al momento l’unico conforme al protocollo di sostenibilità GBC Quartieri®. A soli tre anni di distanza e dopo la consegna delle prime residenze nel luglio 2019, che hanno visto nei due anni di costruzione una crescita media del 40% del loro valore, UpTown conferma il proprio potenziale di nuova centralità milanese della qualità della vita.

 

Feel UpTown


Sviluppatore: EuroMilano Spa

Studio di Architettura: Labics

Studio di Ingegneria: SIO Engineering

Landscape architecture: Valerio Cozzi

Render: Wolf-VA

Valore: € 130 milioni

Caratteristiche: 4 Edifici A – B – C da 12 piani fuori terra (basamento + 11 piani di alloggi) e D da 7 piani fuori terra (basamento + 6 piani di alloggi); 317 unità abitative di partenza, box e cantine pertinenziali; 6 negozi di vicinato



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: