GLI INFISSI CHE AGGIUNGONO VALORE AL PROGETTO

26/03/2017

GLI INFISSI CHE AGGIUNGONO VALORE AL PROGETTO
centro visitatori dell’abbazia di Mottisfont in Inghilterra, progetto Burd Haward Architects, serramenti EBE 85 in acciaio corten

Da Carlo Scarpa a Massimiliano Fuksas, sono numerosi gli architetti che hanno scelto soluzioni di Secco Sistemi per i propri progetti, in particolare in interventi di restauro, riqualificazione e innesti in edifici storici e monumentali.

Come nel caso recente del Fondaco dei Tedeschi a Rialto, dove per i serramenti di facciata – tutelata e quindi non modificabile – Oma ha scelto il sistema a taglio termico OS2 75 di Secco in ottone naturale.

Il sistema, dalle sezioni minime (da 27 a 62 mm) e elevate prestazioni, era esposto nello stand dell’azienda di Treviso in un inedito infisso lungo 11 metri comprendente porte, finestre ad anta ribalta, a bilico e a libro.

Fondaco dei Tedeschi, Venezia, progetto Oma, serramenti Secco OS2 75

 

Altra novità presentata a Made, inserita in una parete di ottone brunito, l’evoluzione del sistema EBE 85, con grandi alzanti scorrevoli dai profili ridotti nella configurazione a tre ante a scomparsa, tutte motorizzate.

Con la tecnologia della giunzione a taglio termico in poliammide e poliuretano, EBE realizza profili forti e performanti con sezioni contenute; i profili del sistema EBE 85 hanno profondità di 85 mm e possono alloggiare vetri fino a 68 mm di spessore; anta e taleio sono a sormonto all’interno e complanari all’esterno.

Infine, un’elegante porta d’ingresso a bilico in acciaio brunito priva di chiavi e maniglie: l’apertura è azionabile solo con un telecomando. Entrambe le automazioni erano fornite da Meccatronica, azienda specializzata in automazioni del gruppo Secco Sistemi.

Caratteristica di Secco, che alle qualità funzionali di tenuta e durata aggiunge il valore estetico, l’utilizzo di metalli pregiati: dall’acciaio zincato, inox o l’acciaio preossidato corten fino all’ottone, capace di assumere i tratti cromatici del bronzo antico.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: