Il BIM è sulla “nuvola”

22/06/2012

Il BIM è sulla “nuvola”

Il Building Information Modeling (BIM), ovvero la progettazione 3D parametrica, con le sue possibilità di rappresentazione, visualizzazione, sperimentazione virtuale e condivisione multidisciplinare è stata una vera rivoluzione, promossa e cavalcata fin dall’inizio da Autodesk, che ha permesso a migliaia di studi di progettazione e imprese di costruzioni di incrementare drasticamente la qualità e la produttività del proprio lavoro: meno tempo, maggiore precisione, infinite possibilità di ripercorrere all’indietro i passaggi critici e di sperimentare istantaneamente gli effetti di modifiche ai parametri, più strumenti di valutazione e di decisione prima di aprire il cantiere, collaborazione aperta con tutti gli attori del processo di progettazione e di costruzione.

Oggi, con il lancio di Autodesk BIM 360 che segue quello del settembre scorso dei servizi cloud della compagnia americana, già utilizzati da 9 milioni di utenti nel mondo, si apre ufficialmente la rivoluzione 2.0. Tutti i servizi risiedono sul cloud, ovvero nei datacenter di Autodesk. Si completa così il processo di condivisione e collaborazione tra professionisti che è sempre stato un grande vantaggio della progettazione parametrica e si aprono nel contempo due grandi opportunità: la possibilità completa di lavorare in ambienti multipiattaforma, che con la mobilità e la banda larga permette non solo di accedere ubiquamente ai file ma di portare –e modificare- il progetto in cantiere; e la potenza di calcolo infinita di datacenter centrali, a cui possono essere affidati i compiti più gravosi, come i processi di renderizzazione, senza impegnare le macchine in ufficio e con la certezza del risultato.

Le costanti acquisizioni di Autodesk, come la più recente relativa a Vela Systems, fornitore di software per il field management cloud e mobile, estende progressivamente le possibilità di controllo dei processi di progettazione e di costruzione in tutti i loro aspetti, sia nel building che nell’infrastructure: dalle valutazioni di orientamento rispetto al ciclo delle stagioni, alle scelte energetiche, dagli aspetti legati alla manutenzione degli edifici nel tempo alla gestione della sicurezza e degli appalti nelle diverse fasi di cantiere. 



Tags

Autodesk / BIM / cloud / 360 /

Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: