IL CAMPUS UNIVERSITARIO DI UTRECHT CRESCE

31/03/2016

IL CAMPUS UNIVERSITARIO DI UTRECHT CRESCE
Render del nuovo edificio per il campus dell´Università di Utrecht (©Schmidt Hammer Lassen Architects

Il raggruppamento Spark, di cui fa parte Schimdt Hammer Lassen Architects, ha vinto il concorso per la progettazione, la costruzione e la gestione di un nuovo edificio per la facoltà di Scienze Applicate dell’università di Utrecht, in Olanda.

22.310 mq di spazi con due auditorium, due aule magne e aule di studio, studi radio-televisivi, un centro di ricerca e un parcheggio per più di 1.200 biciclette che affiancherà le altre architetture (progettate da OMA, Wiel Arets, UN Studio e Mecanoo) completando il masterplan del campus e accogliendo più di 6.500 tra studenti, docenti e visitatori.

La conclusione dell’opera, che aspira alla certificazione Excellent di BREAAM, è prevista per la fine del 2017.

L´edificio nel contesto del campus universitario (©Schmidt Hammer Lassen Architects)

Il progetto crea una corte interna affacciata sul vicino studentato. «Abbiamo creato un motivo forte e chiaro che forma la parte finale del masterplan Kasbah. Il nuovo edificio si connette con quelli adiacenti con una serie di terrazze verdi e giardini pensili. La scelta di rivestimenti simili e l’interno aperto che forma una piazza coperta a tutta altezza con caffè, anfiteatro e sale di lettura al livello 0 creano coerenza con il campus che già esiste», spiega Kristian Ahlmark, senior partner di Schmidt Hammer Lassen.

Uno spazio centrale aperto a tutta altezza diventa il cuore dell´edificio, dove si incrociano i flussi e si intrecciamo esperienze e relazioni

 

La facciata è rivestita in pannelli di alluminio anodizzato concavi e convessi in sette diversi colori caldi, dove ogni colore rappresenta un istituto.

 

 ©Schmidt Hammer Lassen Architects 

Tutte le funzioni pubbliche sono situate nella piazza coperta mentre i sette diversi istituti sono distribuiti, lungo i sette piani, ai suoi lati, la maggior parte con accesso diretto a spazi esterni, utili per favorire interazione e condivisione. Su ciascun piano, “librerie accademiche” contenenti piccole sale riunioni e locali di studio servono come porte di accesso ai singoli istituti.

«Abbiamo cercato di creare un luogo che incoraggi l’incontro. Con funzioni pubbliche e luoghi di ristoro e assorbendo la funzione primaria di smistamento dei flussi attraverso scale caleidoscopiche, passerelle e ascensori, il grande atrio a tutta altezza diventa il cuore dell’edificio, dove i percorsi si incrociano, si condividono le esperienze ed è possibile osservare le attività degli altri istituti», conclude Kristian Ahlmark.

 

Il raggruppamento SPARK

Contractor Besix & Strukton

Architect Schmidt Hammer Lassen Architects

Structural Engineer IMd

Mechanical & Electrical Engineer Deerns, W4Y

Acoustics and Fire Safety Peutz

Sustainability W4Y

 

le sezioni del nuovo edificio (©Schmidt Hammer Lassen Architects)



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: