RESTAURARE IL MORANDI? UN INCONTRO IN/ARCH

03/09/2018

RESTAURARE IL MORANDI? UN INCONTRO IN/ARCH
Foto licenza CC BY-SA 4.0 Michele Ferraris www.micheleferraris.it

Con una lettera aperta al Ministro dei Trasporti, al Presidente della Regione Liguria e al Sindaco di Genova, lo scorso 3 settembre In/Arch manifestava le proprie perplessità sul fatto che si parlasse solo ed esclusivamente di demolizione del ponte sul Polcevera parzialmente crollato il 14 agosto senza che venisse presa minimamente in considerazione l’ipotesi di rinforzare le strutture non interessate dal crollo, collegandole con un nuovo ponte in acciaio di forma chiaramente distinta.

Ipotesi che peraltro, ancor più oggi, appare come l’unica davvero realizzabile in tempi stretti senza sacrificare le case e gli insediamenti produttivi e che l’Istituto nazionale di Architettura fondato da Bruno Zevi sessant´anni fa intende riprendere e approfondire in un pubblico incontro lunedì 1 ottobre a Roma.

L’incontro, che si svolgerà presso la sede di Ance, l´Associazione nazionale dei costruttori edili, in via Guattani 16 a Roma, sarà introdotto dal vicepresidente di Ance Edoardo Bianchi e da Andrea Margaritelli, presidente di In/Arch, e condotto da Luca Zevi.

Interverranno Massimo Mariani, CNI, delegato consolidamenti strutturali; Paolo Rocchi, esperto in consolidamento di edifici storici e gli ingegneri Enzo Siviero e Francesco Sylos Labini.

In/Arch, nel chiedere di studiare seriamente un’ipotesi di restauro-reintegrazione di questo manufatto di grande qualità, non intende in nessun modo prendere partito contro la realizzazione della Gronda, che al contrario appare quanto mai opportuna e complementare e non alternativa alla rimessa in funzione del viadotto.

Anzi, quando un nuovo tracciato autostradalesarà davvero disponibile – e ci vorranno sicuramente degli anni – potrà essere valutata l’eventualità di riservare il Morandi – restaurato e reintegrato – alla sola mobilità urbana.

Nel 1964, tre anni prima del suo completamento, Walter Mollino celebrava con questa illustrazione sulla Domenica del Corriere il viadotto Morandi e le capacità dell´ingegneria italiana




Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: