INIZIA LA MILANO DESIGN WEEK

31/03/2017

INIZIA LA MILANO DESIGN WEEK

Inizia la settimana del Salone del Mobile che oltre alla fiera di Milano Rho coinvolge l’intera città.

Le aree tradizionalmente occupate dal design si espandono, coinvolgendo showroom e punti vendita, e altre se ne aggiungono, trasformandosi in vetrine per brand consolidati e start-up, designer affermati e giovani provenienti da scuole internazionali di design, aziende e marchi che nel progetto trovano – o cercano – affinità, creativi, artisti e pubblico da happy hour.

Una caotica festa di primavera dove scovare una buona idea diventa sempre più faticoso. Dove andare allora?

D’obbligo iniziare da via Tortona, che vuol dire prima di tutto Superdesign Show di Superstudio. Il tema di quest’anno è Time to Color! con installazioni spettacolari che esaltano il prodotto. Nei suoi 17.000 mq di spazi espositivi saranno presenti progetti a tema, installazioni museali, padiglioni nazionali, mostre indipendenti e collettive, grandi aziende e giovani startup, self-design e autori indipendenti.

Sempre negli spazi di Superstudio e contigui gli appuntamenti del Temporary Museum for New Design, l’eclettico Materials Village, le Gallery, le Parade con proposte di grande impatto e, infine, un nuovo padiglione interamente dedicato alle Smart City.

 

A Superstudio si è aggiunto di recente – negli spazi ex-Ansaldo, accanto al Mudec - Base Milano, che ospiterà la mostra Design Nomade. Primo progetto espositivo nato da una call internazionale di Base Milano e dalle suggestioni di Stefano Mirti, Design Nomade presenta una serie di progetti diversi tra loro ma accomunati dall’idea di un design agile pensato per rispondere ai nuovi bisogni del vivere contemporaneo.

Design nomade a Base Milano, il progetto Solari di Bodin Hon, designer americano attualmente basato a Hong Kong. Hon ha ottenuto il master in product design allo Ied di Milano. Il suo progetto Solari nel 2015 è entrato nell´ADI Index e ha vinto un IF Award

 

Base Milano ospiterà anche l’evento Manifattura 4.0. The challenge for the future of the Italian companies organizzato da Cna e dalla piccola e media impresa.   

Il distretto Ventura Lambrate è un altro dei quartieri che negli ultimi anni (dal 2010) ha catalizzato l’attenzione della Milano Design Week. Nelle vie dell’ex zona operaia di un tempo, oggi si possono incontrare opere di designer provenienti da tutto il mondo: 128 sono gli espositori che quest’anno animeranno le vie del distretto dove si potranno incontrare le novità del design contemporaneo.

 

Da segnalare l’appuntamento annuale con Logotel, la Service Design Company di via Ventura 15 che, con la mostra Post Human - When Technology Embeds Society torna a indagare l’impatto della tecnologia e dell’intelligenza artificiale sulla vita umana. Tra le accademie, invece, da non perdere lo show della Central Saint Martin di Londra, che quest’anno si concentra sulle tecnologie che cambieranno il futuro (dai tessuti organici alla stampa 3D) ed esporrà i lavori del Master biennale Material Futures.

Da quest’anno anche la zona della stazione Centrale di Milano è entrata a far parte del circuito Fuorisalone. Merito di Ventura Projects, l’organizzazione italo-olandese che dal 2010 organizza gli eventi di Lambrate.

Con il nuovo progetto Ventura Centrale la città si riappropria di alcuni locali degli ex Magazzini Raccordati, collocati sotto i binari della stazione (circa 40mila mq. in disuso da quindici anni, per i quali è pronto un piano di riqualificazione dello studio Giugiaro).

Per la prima volta in assoluto gli storici magazzini della Stazione Centrale verranno aperti al pubblico per presentare una selezione di design di alto livello. Sotto le volte dei magazzini vedremo le installazioni site-specific di Luca Nichetto e Ben Gorham per Salviati, Lee Broom, Daniel Gonzales e Maarten Baas.

 

Giunto alla sua ottava edizione, Brera Design District si allarga a dismisura: da Porta Nuova a via Legnano fino a via Montenapoleone.

Per l’edizione di quest’anno, Brera district propone un format che comprende il premio Lezioni di Design, incontri, progetti speciali e iniziative culturali. Il tema dell’edizione 2017 è Progettare è un gioco, giocare un progetto: una riflessione sulla pratica del gioco come occasione di progettualità.

 

Se Brera è fatto soprattutto di showroom che aprono le porte al pubblico generalista, non mancano però appuntamenti in luoghi importanti come la Pinacoteca di Brera, con l’installazione Alchemyx di Arpa Industriale che occupa il loggiato, e l’Orto Botanico, trasformato da Interni in un giardino delle meraviglie.

 

Diffusa nel quartiere (c’è anche un tram bianco in viaggio per la città, partner Progetto CMR) e sostenuta da un nutrito panel di sponsor, i dialoghi di architettura di Whiteinthecity occuperanno gli spazi della Pinacoteca di Brera, di Palazzo Cusani e della ex-chiesa di San Carpoforo.

Tra i talk più attesi quelli di Stefano Boeri, David Chipperfield, Patrick Schumacher, Daniel Libeskind, Aires Mateus, Marco Piva, Patricia Urquiola e Giulio Cappellini.

 

Santambrogio Design District, recente distretto della MDW giunto alla quinta edizione, promuove le esposizioni e gli eventi di un’area centrale della città tra piazza Sant´Ambrogio e parco Sempione.

Tra le manifestazioni di quest’anno Inhabits Design Village, la prima edizione dell´evento dedicato ai moduli abitativi, al parco Sempione, Doutdesign, la collettiva di giovani designer under 35, in via san Vittore 49 e Eat Urban Street Food Festival.

In centro lavoravano anche molti progettisti passati alla storia. I loro studi, oggi sede di fondazioni, come la Fondazione Franco Albini (nella foto), la Fondazione Castiglioni e la Fondazione Magistretti, durante la Design Week aprono al pubblico o accolgono i visitatori su invito. 



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: