LA BUSINESS SCHOOL DI POLITECNICA IN ETIOPIA

20/04/2017

LA BUSINESS SCHOOL DI POLITECNICA IN ETIOPIA

Politecnica, una delle più importanti società di progettazione integrata specializzata in architettura, ingegneria e urbanistica, firma il nuovo progetto internazionale per la realizzazione della sede della Ethio European Business School e Business Innovation Centre ad Addis Abeba, in Etiopia.

Il progetto, commissionato dal ministero dello Sviluppo economico etiope e dall’università di Addis Abeba, rientra nel programma d’investimento e sviluppo economico Growth and Transformation Plan pianificato dal governo etiope e dall’Unione europea.

Con una superficie complessiva di 15mila mq, una superficie coperta di 4.500 mq e un investimento totale di circa 15 milioni di euro, il progetto, che ricade in un’area interna al comparto universitario posto a nord-est della città, prevede la realizzazione di un unico grande edificio che ospita al suo interno spazi per attività didattiche, sale conferenze, meeting rooms, un grande learning centre, spazi comuni per le attività delle due facoltà e uffici dipartimentali.

 

Il progetto, denominato The place for ideas, è stato sviluppato ricercando nella geometria compositiva la massima integrazione con il contesto morfologico e naturale del sito, nel totale rispetto della vegetazione esistente. Le grandi terrazze e le coperture verdi creano un dialogo e forniscono continuità tra gli spazi interni dell’edificio e la natura circonstante. Gli aggetti e l’orientamento garantiscono un’ottimale gestione dell’irraggiamento solare al fine di minimizzare la necessità di climatizzazione. L’intera struttura, infatti, non necessita di condizionamento e l’articolazione degli spazi interni favorisce la massima efficienza e circolazione naturale dell’aria.

Il complesso, landmark simbolo dello sviluppo del territorio, è stato concepito con un volume unico articolato su tre e cinque livelli, connessi tra loro attraverso un triplo volume centrale.

Internamente l’edificio è caratterizzato da un grande spazio centrale aperto su tre livelli che funge da collegamento verticale grazie alla scala e al sistema di ballatoi che si incrociano ai diversi piani. Il grande volume è un luogo dinamico e rappresenta il contesto ideale per le attività di apprendimento innovative, punto di partenza delle università del futuro. Grandi spazi dedicati agli hub, distribuiti in continuità lungo i ballatoi, rappresentano luoghi adatti ad accrescere l’apprendimento e la condivisione delle conoscenze, utili allo sviluppo dei rapporti tra gli studenti universitari e le imprese che saranno coinvolte nei programmi.


Politecnica ha impegnato un team multidisciplinare internazionale di specialisti che progetteranno l’edificio interamente in Bim.

La società modenese è uno dei maggiori studi italiani di progettazione integrata che opera nei settori scolastico, sanitario, industriale, infrastrutturale; fa capo a 40 soci, ingegneri ed architetti, che hanno firmato lavori in oltre 50 Paesi al mondo con un fatturato annuo di circa 15 milioni di euro. Cinque sono le sedi in Italia: Modena, Milano, Bologna, Firenze, Catania; undici i Paesi in cui è presente all’estero: Armenia, Belize, Costa d’Avorio, Ghana, Malta, Palestina, Repubblica democratica del Congo, Sierra Leone, Turchia, Etiopia e Kenya.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: