LA PRIMA GUIDA ALLA STREET ART IN SICILIA

17/05/2017

LA PRIMA GUIDA ALLA STREET ART IN SICILIA

Tascabile e strutturato come una vera guida, “Street art in Sicilia. Guida ai luoghi e alle opere” che esce domani in libreria per i tipi di Dario Flaccovio Editore raccoglie e traccia in 256 pagine le opere più interessanti e rappresentative realizzate in Sicilia: dal muralismo artistico ai segni più effimeri come stencil, poster, e collage, fino agli interventi che interagiscono con gli oggetti urbani più comuni. 

Frutto del lavoro di indagine e mappatura svolto da Mauro Filippi, Marco Mondino e Luisa Tuttolomondo sul fenomeno dell’arte urbana in Sicilia, la guida raccoglie oltre 300 fotografie scattate in più di 30 città siciliane: dalle vie di Palermo, Catania e Messina ai paesi meno conosciuti e fuori dalle rotte ordinarie.

La ripresa del motivo del carretto siciliano è una delle recenti declinazioni figurative del collettivo I Mangiatori di Patate.

 

Recentemente in Sicilia la street art si è notevolmente diffusa, con i lavori di un’attiva scena locale accanto a quelli di artisti di fama internazionale come Blu, Jef Aerosol, Vhils e C215.

Street Art in Sicilia ne mappa le forme, dal muralismo artistico di manifestazioni come Festiwall a Ragusa ed Emergence a Giardini Naxos, a iniziative di rigenerazione urbana come il Cufù festival di Castrofilippo o il Farm Cultural Park di Favara. 

Concerto o "I Musici": una delle poche reinterpretazioni stencil del noto artista francese C215 resistita al furto seriale delle opere componenti la sua serie "Sur les trances de Caravaggio", realizzata nel 2015 sui muri di Palermo. L´opera si trova in Via Biscottari, nei pressi di Palazzo Sclafani (ph. Mauro Filippi).

Gli autori

Mauro Filippi. Architetto e fotografo, esperto di documentazione dei beni culturali, è cofondatore del laboratorio di innovazione Push. Si occupa di project management e service design, seguendo, tra gli altri, progetti relativi all’arte urbana, come Borgo Vecchio Factory e Street Art Factory.

Marco Mondino. Semiologo e dottore di ricerca in Studi Culturali Europei presso l’Università degli Studi di Palermo. Ha svolto varie ricerche nell’ambito della creatività urbana, sia in Italia che all’estero, e pubblicato diversi articoli sul tema.

Luisa Tuttolomondo. Sociologa e dottore di ricerca in Pianificazione e Politiche Pubbliche del Territorio presso lo IUAV di Venezia. Socia fondatrice di Sguardi Urbani, lavora come professionista freelance nell’ambito della ricerca sociale, valutazione di politiche e processi partecipativi.

Cartello temporaneo di rifacimento della segnaletica orizzontale: utilizzando inserti plastici l´artista catanese Luca Prete ha ridisegnato lo skyline di Palermo completamente ricoperto da una grande pennellata di blu. Il segnale si trova in Piazza Sant´Anna, incrocio via Lattarini.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: