Un´icona che funziona

03/02/2010

Un´icona che funziona
Vista esterna della vela di pannelli solari che caratterizza l´edificio, composta da moduli identici riducibili a semplici puntoni di acciaio tutti uguali e avvitati insieme.La geometria si basa sull´incontro di tre circonferenze identiche in modo da rendere uguali tutti i moduli, i pannelli solari e la carpenteria metallica di supporto.

Una vela lunga 74 e alta 10,5 metri conferisce un´identitá distintiva e immediatamente percettibile al progetto di Xeliox Energy Lab, realizzato da Marco Acerbis Studio. La nuova sede operativa di Xeliox, che produce collettori solari parabolici, nasce per diventare un punto di riferimento nella produzione di energia rinnovabile e nell´ottimizzazione dei consumi, a basso impatto ambientale anche per quanto riguarda il rapporto con il paesaggio e concentrandosi sulla sostenibilitá non solo odierna ma soprattutto futura. XEL é progettato per essere il primo stabilimento industriale in Italia con un consumo medio di energia inferiore a 6kWh/mc, l´equivalente della Classe A italiana. Di ogni materiale dell´involucro sono stati considerati i valori di trasmittanza termica. Paragonata a edifici equivalenti la sede Xeliox é altamente isolata, quindi disperde pochissima energia. Dal punto di vista architettonico é stata mantenuta la posizione Sud-Est dell´edificio, che per quanto non ottimale per l´esposizione al sole, mantiene il naturale andamento della lottizzazione industriale. L´architettura, identificata con la lunga vela, provvede a riequilibrare l´orientamento al sole, i cui raggi sono letteralmente catturati da un sistema di pannelli inclinati che seguono l´andamento sinuoso della facciata per ottimizzare l´angolo di esposizione. La vela produce calore con pannelli solari termici ed energia elettrica con pannelli fotovoltaici. Sul tetto le parabole termodinamiche a concentrazione produrranno - tramite uno scambiatore di calore - acqua calda o fredda per i pannelli radianti del controsoffitti. Elemento fondamentale fin dalle origini di questo progetto é stata la visitabilitá dell´edificio da parte del pubblico al quale verrá offerta un´architettura di grande impatto che vuole essere altamente funzionale e allo stesso tempo in grado di comunicare temi tecnologici complessi con un linguaggio semplice e memorizzabile.

Xeliox Energy Lab, Medolago BG

Anno 2007, attualmente in costruzione

Committente Xeliox, Donati Group

Progetto Marco Acerbis Studio, www.marcoacerbis.com

Consulente locale Studio 10

Ing. Strutturista Studio Iorio

Ing. Termotecnica Studio Gallarini

Energie rinnovabili Eliante

Certificazione energetica RSI Tech - Gruppo Altran

Impresa esecutrice Cubica Costruzioni

Anno 2007, attualmente in cantiere

Superficie lotto 5852 mq

SLP 4266 mq

Volume 21.305 mc

Superficie vela 524,16 mq

Consumo energetico ? 6 kWh/mc ? classe A

Marco Acerbis

Dopo la laurea in Architettura al Politecnico di Milano si trasferisce a Londra dove collabora con lo studio Foster+Partners. Nel 2004 fonda il suo studio a Bergamo dedicandosi alla progettazione architettonica e sostenibile e al product design. Sue la lampada Vertigo di FontanaArte, nella collezione permanente del Vitra Design Museum, la maniglia Prius di Colombo Design selazionata per il XXI Compasso d´Oro, la poltrona Kloe di Desalto che vince un Red Dot Design Award 2009.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: