LE FOTOGRAFIE DI GIOVANNI MICHELUCCI

17/10/2019

LE FOTOGRAFIE DI GIOVANNI MICHELUCCI
5) Giovanni Michelucci, Catania, 1956 – Archivio Fondazione Michelucci

Inaugura questa sera alle 18 a Firenze, presso la sede della Fondazione Giovanni Michelucci, la mostra “Giovanni Michelucci Fotografo. Lo sguardo dell’architetto”, a cura di Alessandro Masetti e Nadia Musumeci.

Articolata in quattro sezioni, la mostra rivela lo sguardo dell’architetto che con intuizione creativa e sensibilità poetica si sofferma sulla vita delle città. Gli “Spazi umani” come le piazze nei giorni di festa, i mercati rionali e lo struscio pomeridiano nelle strade dei centri abitati diventano spunti di riflessione per la sua idea di Nuova Città.

Alle scene di vita quotidiana si affiancano poi suggestive sequenze fotografiche delle grandi architetture del passato, che lo stesso Michelucci percepisce come vive, in continua metamorfosi, tanto da fotografarle più volte anche a distanza di anni, ma sempre con un nuovo spirito di osservazione.

Giovanni Michelucci, Fontana del Nilo, Piazza del Campidoglio, Roma, 1950 ca - Archivio Fondazione Michelucci

 

La ricerca continua con la modernità degli architetti suoi contemporanei. Ecco allora la Casa del Fascio di Terragni a Como, il Padiglione Svizzero di Le Corbusier a Parigi e infine la nuova stazione di Roma Termini, simbolo degli anni della trasformazione e rinascita italiana.

Chiude la mostra una sezione speciale dedicata alle foto di strutture e infrastrutture in ferro che dichiarano l’interesse del maestro nei confronti della poesia di un materiale a lui noto sin dalla giovinezza e che riflettono la sua idea di “Ingegneria come opera d’arte”.

La mostra, che si concluderà il 22 novembre, completa la rassegna di eventi di FFdA2019 - Firenze Fotografia d´Architettura 2019, promossa da Fondazione Giovanni Michelucci, Archivio Storico del Comune di Firenze, Archivio di Stato di Firenze, Biblioteca di Scienze Tecnologiche/Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, Kunsthistorisches Institut in Florenz, Fondazione Studio Marangoni e Fondazione Architetti Firenze, con la partecipazione di Accademia delle Arti del Disegno e Indire-Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa. 

Giovanni Michelucci, Piazza Duomo a Orvieto, 1955 ca - Archivio Fondazione Michelucci

 

 

Fondazione Giovanni Michelucci

 

Il progetto cui Giovanni Michelucci ha dedicato più impegno negli ultimi venti anni di vita è stato la costituzione di una Fondazione con “lo scopo di contribuire agli studi e alle ricerche nel campo dell’urbanistica e della architettura moderna e contemporanea, con particolare riferimento ai problemi delle strutture sociali, ospedali, carceri e scuole”.

Costituita nel 1982 dallo stesso architetto e nominata sua erede universale, la Fondazione si caratterizza come punto di riferimento nella ricerca sui temi dell’habitat sociale e del rapporto fra spazio e società, collaborando con istituzioni culturali ed enti pubblici nella progettazione di proposte che mirano a influenzare le strategie d’intervento rispetto ai più delicati problemi urbani.

Negli anni la Fondazione ha avviato e svolto in più fasi un importante lavoro di riordino, inventariazione e digitalizzazione del patrimonio ereditato. L’archivio si articola nelle serie documentali dei disegni a mano libera, i disegni geometrici, la corrispondenza, le lezioni universitarie e le fotografie. Quest’ultima documenta le opere del maestro nelle diverse fasi di cantiere e ultimazione, inoltre, ad essa si affianca la serie “Giovanni Michelucci Fotografo” dedicata alle fotografie realizzate dall’architetto.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: