Le porte di EXPO 2015

16/01/2014

Le porte di EXPO 2015
Nel render, i nuovi tornelli messi a punto da CAME per l´accesso all´area Expo 2015

Presentata stamattina presso la sede Expo Milano 2015 la partnership con CAME per la gestione e il controllo degli accessi visitatori alla prossima Esposizione Universale. Il nuovo sistema automatico si propone come modello tecnologico di riferimento per le strutture e infrastrutture urbanistiche del futuro e avrà un’importanza fondamentale nel regolare il flusso a dir poco considerevole di persone previste per i sei mesi di durata dell’evento. Le stime infatti parlano di oltre 20 milioni di visitatori da tutto il mondo e di un accesso quotidiano di circa 140 mila persone (con picchi di 250mila) al sito espositivo, una città nella città complessa e ramificata al suo interno che occuperà una superficie di oltre un milione di mq. Came ha sviluppato un innovativo modello modulare per la gestione e la sorveglianza dei dispositivi di automazione posti in corrispondenza degli accessi pedonali e veicolari, dei parcheggi, dei padiglioni e delle altre infrastrutture del sito espositivo.

Render dell´area Expo 2015 e del sistema modulare di controllo degli accessi

Il progetto complessivo prevede 250 tornelli automatici a controllo degli accessi perimetrali dell’area espositiva, 40 dei quali appositamente progettati per l’ingresso dei visitatori diversamente abili, automazioni per cancelli scorrevoli e per barriere stradali e 80 dissuasori per la protezione e la selezione delle entrate perimetrali di passaggi carrai. Il sistema integrato di controllo accessi potrà essere monitorato anche attraverso 100 dispositivi palmari e un team di assistenza rapida sarà presente presso il Moc (Main Operation Center) del sito Expo. Il fulcro della piattaforma tecnologica è un nuovo tornello progettato specificamente per Expo Milano 2015 in grado di leggere ogni tipologia di titoli d’ingresso, dal formato cartaceo ai QR Code, RFID o NFC per consentire l’accesso istantaneo anche da mobile. Il suo design è studiato per comunicare con i visitatori anche attraverso segnalazioni luminose, sonore e grafiche. Ogni tornello dispone inoltre un software per la lettura biometrica che permette l’ingresso esclusivamente a personale abilitato ed è concepito per integrarsi con le tecnologie di tutti i partner di Expo Milano 2015. Came inoltre provvederà allo sviluppo di soluzioni specifiche per agevolare l’entrata dei visitatori ai singoli padiglioni dei paesi partecipanti.

 



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: