LEONARDO RICCI IN MOSTRA AL CSAC

27/12/2018

LEONARDO RICCI IN MOSTRA AL CSAC

Inaugurata l’1 dicembre, rimarrà aperta fino al 7 aprile 2019 negli spazi del Centro Studi e Archivio della Comunicazione (Csac) dell’Università di Parma presso l’abbazia di Valserena la mostra Leonardo Ricci architetto. I linguaggi della rappresentazione.

Il Csac conserva l’archivio di Leonardo Ricci, costituito da 923 materiali progettuali – 173 schizzi, 609 lucidi, 27 radex, 4 radex con interventi, 98 copie, 12 copie con interventi – e la mostra, uno degli appuntamenti organizzati dal comitato nazionale “Ricci100” per il centenario della nascita dell’architetto, che dal 1971 al 1973 fu preside della Facoltà di Architettura di Firenze, consente di indagare i differenti linguaggi di rappresentazione utilizzati dall’architetto e le invarianti progettuali, attraversando le principali fasi della sua ricerca in un arco temporale compreso tra la fine degli anni Quaranta e gli inizi degli anni Settanta del Novecento, passando dalle influenze organicistiche di matrice wrightiana negli anni Cinquanta a quelle di natura espressionista degli anni Sessanta.

Una selezione di 9 progetti realizzati e non realizzati mette in evidenza le principali caratteristiche legate al metodo progettuale, all’attenzione per alcuni temi di ricerca quali ad esempio l’aggregazione volumetrica, lo spazio centrifugo e fluido, la continuità spaziale, le traslazioni e connessioni.

Il percorso espositivo si sviluppa nella Sala delle Colonne dell’abbazia con 5 progetti disposti all’interno dei classificatori e segnalati a parete da tavole individuate come rappresentative del metodo progettuale o della specificità del singolo progetto: Centro Ecumenico Agape, Prali Pinerolo (1946-47), Villaggio Monte degli Ulivi, Riesi (1962-68), Concorso per la Fortezza da Basso, Firenze (1967), Progetto per Palazzo per uffici, Milano (1960-70) e Progetto per Casa Di Sopra (1972).

Nella sala di consultazione sono disposti invece 4 progetti esemplificativi delle indagini di Ricci sulle tipologie architettoniche: Villaggio di Monterinaldi (1949-1963), Progetto per il concorso nazionale per la sede della Camera di Commercio di Carrara (1956), Allestimento per la mostra sull’Espressionismo, Firenze Palazzo Strozzi (1964), Habitation Study (1960-70 ca.).



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: