MADONNA LITTA A MILANO, MOSTRA ALLESTITA DA M+S

13/11/2019

MADONNA LITTA A MILANO, MOSTRA ALLESTITA DA M+S
Leonardo da Vinci, Madonna Litta (Vinci, 1452-Amboise, 1519). Tempera su tavola trasportata su tela, c.1495 (© San Pietroburgo, Museo dell’Ermitage, inv. ГЭ-249; foto Andrea Martiradonna)

Da San Pietroburgo a Milano: fino al 10 febbraio il museo Poldi Pezzoli espone nelle sue sale la Madonna Litta, che Leonardo da Vinci eseguì nel capoluogo lombardo intorno al 1490.

Insieme alla Madonna Litta viene presentato un nucleo selezionatissimo di opere – dipinti e disegni di raffinata qualità – provenienti da collezioni pubbliche e private di tutto il mondo e aventi il medesimo soggetto –eseguiti da Leonardo e dai suoi allievi più vicini negli ultimi due decenni del Quattrocento, quando il maestro viveva ed era attivo a Milano, presso la corte di Ludovico il Moro.

Tra questi anche la Madonna con il Bambino di Giovanni Antonio Boltraffio, di proprietà del museo milanese.

L´esposizione milanese (foto ©Andrea Martiradonna)

 

Il progetto allestitivo e la grafica espositiva della mostra sono opera dello studio Migliore + Servetto Architects (progetto grafico di Salvatore Gregorietti) che con un fondale velato, dai toni scuri, valorizzato da un’illuminazione puntuale e dalla presenza di una coppia di disegni preparatori posti sulla parete a lato, fanno del dipinto il protagonista assoluto del prezioso percorso espositivo. 

Un percorso costituito da un sistema di alti velari che ritma gli ambienti e si configura come piano espositivo delle altre opere in mostra, che, sostenute da cavalletti leggeri, si offrono allo sguardo del visitatore attraverso una superficie densa ma permeabile, resa impalpabile dal succedersi di luce e trasparenze.

Il percorso espositivo (foto ©Andrea Martiradonna)

 

Oltre ad essere stata dipinta, come anche la Madonna delle Rocce oggi alla National Gallery, nel corso della permanenza di Leonardo nel Ducato milanese nell’Ottocento, la Madonna con bambino era l’opera più rinomata di una delle più importanti collezioni di opere d’arte milanesi, quella dei duchi Litta (da cui deriva il nome con cui è conosciuta in tutto il mondo) ed era conservata nel grande palazzo di Corso Magenta; l’Hermitage l’acquistò nel 1865 dal duca Antonio Litta Visconti Arese.

 

 

Organizzata con il sostegno di Fondazione Bracco, main partner, Regione Lombardia e Comune di Milano e con il patrocinio del Consolato Generale della Federazione Russa a Milano e della Camera di Commercio Italo-Russa, la mostra, inclusa fra le celebrazioni nazionali dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci promosse e sostenute dal Mibact, è curata da Pietro C. Marani e Andrea Di Lorenzo.

Il catalogo della mostra è pubblicato da Skira.

Tra gli sponsor tecnici anche Mitusbishi Electric Climatizzazione.

 

 



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: