MEDAGLIA D’ORO ALL’ARCHITETTURA ITALIANA 2015

11/12/2015

MEDAGLIA D’ORO ALL’ARCHITETTURA ITALIANA 2015
Caserma Santa Marta a Verona foto©Mario Ciampi

Claudio De Albertis, Federica Galloni, Andrea Negri e Alberto Ferlenga hanno annunciato e premiato oggi, venerdì 11 dicembre 2015, in Triennale Milano, i vincitori del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura italiana 2015.

Giunto alla quinta edizione il premio, frutto della collaborazione tra La Triennale di Milano, il MiBACT e MADE Expo, non è solo un’occasione per premiare un architetto di talento e la sua opera, ma anche per rendersi conto dello stato e delle trasformazioni che l’architettura italiana sta conoscendo nel quadro più ampio dell’architettura internazionale.

La giuria, presieduta da Claudio De Albertis, Luisa Collina, Alessandra Fassio, Alberto Ferlenga, Vincenzo Latina e Christophe Pourtois ha assegnato la Medaglia d’Oro a Massimo Carmassi per il Restauro dei silos e del panificio della Caserma Santa Marta in sede universitaria a Verona (2014) con ISP e IUAV Studi e Progetti.

L’intervento, che non può essere definito semplicemente come un’opera di restauro, anche se accurati interventi ne fanno parte, è stato premiato in quanto opera di architettura contemporanea realizzata in stretto rapporto con le preesistenze, a cui è stata conferita continuità di vita e nuove funzioni.

Restauro della Caserma Santa Marta in sede universitaria a Verona, 2014. Progetto Massimo Carmassi con ISP e IUAV Studi e Progetti, foto ©Mario Ciampi

Medaglia d´Oro all´Architettura Italiana 2015


Sono inoltre stati assegnati i Premi Medaglia d’Oro alla Carriera a Mario Bellini, Luigi Caccia Dominioni, Franco Purini e Francesco Venezia e tre Premi Speciali:

Housing Sociale Cascina Merlata- Edificio 11, Milano, 2014. Progetto B22.

Premio Speciale all´Opera Prima 2015

Aula di Cromazio e piazze della Basilica di Aquileia, Udine, 2012. Progetto GTRF Tortelli Frassoni Architetti Associati foto©ORCH e foto©Baronchelli

Premio Speciale alla Committenza Pubblica 2015

MAST Manifattura Arti, Sperimentazione e Tecnologia a Bologna, 2014. Progetto LABICS (Maria Claudia Clemente, Francesco Isidori foto©Helene Binet

Premio Speciale alla Committenza Privata 2015

 

In conclusione sono state assegnate sette Menzioni d’onore: per la categoria Nuovi edifici a Renato Rizzi per il Teatro Shakespeariano a Danzica (2014), per la categoria Paesaggi e Spazi Urbani a Cino Zucchi Architetti con Mauri&Banci per l’ingresso alla galleria Vedeggio-Cassarate a Lugano (2011-2012), per la categoria Infrastrutture a MoDus Architects (Sandy Attia e Matteo Scagnol) per i Collettori di acqua calda per la rete di teleriscaldamento a Bressanone (2012), per la categoria Riconversione e Restauro a Pietro Carlo Pellegrini architetto per il Recupero della ex fornace per la realizzazione di una scuola media a Riccione (2014), per la categoria Allestimenti a Attilio Stocchi per Librocielo (2012), per la categoria Opera Sociale a ASF Italia Onlus per la Nuova scuola secondaria a Roong in Cambogia (2014), per la categoria Interni a Morpurgo De Curtis Architetti Associati per il Memoriale della Shoah a Milano (2014).

 

Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana, mostra dei progetti vincitori e finalisti

Dove: Triennale di Milano

Quando: 12 dicembre 2015- 7 febbraio 2016, 10.30-20.30 – Chiuso il Lunedì

Ingresso libero



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: