MILANO URBANISTICA, CONCORSI PER DUE NUOVE SCUOLE

22/06/2019

MILANO URBANISTICA, CONCORSI PER DUE NUOVE SCUOLE

Sulla piattaforma #concorrimi dell’Ordine degli Architetti di Milano i bandi del Comune di Milano per due nuovi concorsi internazionali di progettazione (a procedura anonima e in due gradi) per la realizzazione di altrettanti istituti scolastici in via Scialoia (zona Affori/Dergano) e in via Pizzigoni (zona Villapizzone).

Nel primo caso (costo massimo dell’intervento 49 milioni di euro, sole opere 36,6 milioni) si tratta della riqualificazione di un complesso scolastico statale di circa 24.000 mq e comprende la realizzazione di nuovi corpi di fabbrica (asilo nido, scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola secondaria di 1° grado), la demolizione di una vicina scuola d’infanzia, da ricollocare all’interno del plesso, e la produzione di linee guida per il progetto delle strade e degli spazi pubblici a supporto, in un quadro complessivo di intervento sinergico e integrato con il quartiere, inteso come azione di ricucitura del tessuto urbano.

Il vincitore del concorso Scialoia riceverà un importo di € 70.000,00, al concorrente risultato secondo classificato verrà corrisposto un importo di € 16.000,00. Al terzo classificato andranno € 12.000,00; a ciascuno dei successivi sette concorrenti € 6.000,00.

Complesso di via Scialoia, stato di fatto


Nel secondo caso (costo massimo dell’intervento 16 milioni di euro)  viene chiesto di ripensare l’area di via Pizzigoni 9 prevedendo la completa demolizione (previa bonifica) e il rifacimento dell’edificio della scuola media, da progettare come parte di un polo scolastico unitario che comprenda i tre livelli di istruzione (scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° grado) e che, con i nuovi servizi previsti, insieme alla biblioteca di quartiere, assuma il ruolo di centralità urbana a vocazione culturale, offrendo nuove potenzialità per lo sviluppo urbano e sociale della zona.Dovranno essere mantenute il più possibile le alberature esistenti e se ne potranno prevedere di nuove, in un’’ottica di generale miglioramento della qualità e della consistenza del verde.

Il vincitore del concorso Pizzigoni riceverà un importo di € 40.000, il secondo di € 8.000, al terzo andranno € 6.000 e a ciascuno dei successivi sette concorrenti sarà corrisposto a titolo di riconoscimento di partecipazione un importo di € 3.000,00.

Via Pizzigoni 9, stato di fatto


Per entrambi i concorsi le scadenze sono fissate al 4 settembre 2019 per il primo grado e al 14 novembre per il secondo grado se selezionati.

«Concorrimi s’innesta perfettamente in un percorso di rinnovamento dell’edilizia scolastica a Milano e in Italia – commenta Paolo Mazzoleni, presidente dell’Ordine Architetti Milano. Il nostro bando-tipo e piattaforma web ha già disciplinato 2 concorsi per altrettante scuole a Torino, 4 concorsi in aree colpite dal sisma (Ariano Irpino, L’Aquila, San Benedetto dei Marsi) e Palermo in 2 occasioni.Questi concorsi si aprono a due visioni: il superamento di un patrimonio edilizio storico non più adeguato alle esigenze didattiche (ma anche di manutenzione) di oggi e domani e, tema altrettanto importante, la proposta della scuola quale ‘civic center’ aperto alla cittadinanza e alle attività extra-scolastiche, che faccia della propria forza propulsiva all’inclusione e alla partecipazione uno stimolo per il rinnovamento e la riqualificazione sociale, oltreché urbanistica, di interi quartieri».




Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: