MODERNITà RURALE

14/04/2017

MODERNITà RURALE
L´estensione di un´abitazione rurale in un villaggio ungherese ospita lo studio degli architetti Zsolt Sorosi & Éva Kalóczki

Erdőhorváti è un villaggio rurale di 600 abitanti nel nord-est dell’Ungheria.

Qui i giovani architetti Zsolt Sorosi e Éva Kalóczki, una coppia nel lavoro e nella vita, hanno deciso di trasformare un casale di proprietà della famiglia di lei, vecchio di 150 anni e abbandonato da tempo, nel proprio studio e abitazione. 

L’intento è stato quello di realizzare verso la corte interna un prolungamento della struttura preesistente con la quale il nuovo dialoga per contrasto nella scelta dei materiali mentre conserva, reinterpretandola, la geometria esistente.

 

La copertura a falde si trasforma così in elemento costruttivo con una prolungata sporgenza che protegge il cannocchiale visivo aperto sulla campagna e il rivestimento in alluminio dell’involucro si giustappone all’opus incertum dei muri portanti della vecchia costruzione.

 

 

Lo spazio dello studio, estremamente accogliente, è aperto ai clienti ma anche alla comunità del luogo, con una biblioteca che possa risvegliare la curiosità e fornire motivi di ispirazione. 

Intendendo l’architettura come un organismo vivente, l’intervento è un work-in-progress: «non è necessario restaurare tutto alla perfezione, forse lasceremo alcune parti della vecchia casa così come sono, nella loro forma originaria e autentica» dicono i due giovani architetti.

 

Per la facciata e la copertura del nuovo edificio, dopo una serie di test sono state scelte le lastre Prefalz P.10 di Prefa in colore grigio chiaro.

 

Scheda tecnica Prefalz P.10

  • alluminio preverniciato spessore 0,7 mm, P.10 grigio chiaro
  • Dimensioni 0,7 x 500 mm, 0,7 x 650 mm, 0,7 x 1000 mm
  • Peso 1,89 kg/mq, consumo effettivo 2,3 – 2,5 kg/mq
  • Posa su tavolato con strato separatore min. 24 mm
  • Fissaggio Graffette Prefa
 

I giovani architetti Éva Kalóczki Zsolt Sorosi all´interno del nuovo studio (foto courtesy Prefa/Croce)



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: