Net-works

08/06/2012

Net-works

Per una volta non si parla di economia digitale ma il grado di innovazione del progetto avviato da Interface con la Società Zoologica Londinese è molto elevato. L’idea è quella di creare una supply chain per riciclare le reti da pesca abbandonate, tenendo insieme poveri pescatori filippini e la multinazionale delle pavimentazioni tessili. Un approccio win-win per l’oceano, dove oggi finiscono le reti inutilizzate abbandonate sulle spiagge, la povertà (i pescatori potranno rivendere a Interface le reti usate) e Mission Zero, l’obiettivo di azzerare entro il 2020 il footprint della produzione di interface sul Pianeta e di diminuire la dipendenza dell’azienda dalle materie prime.

Avviato in Danajon Bank, nel centro delle Filippine, dove si trova una delle barriere coralline più grandi al mondo, il progetto pilota prevede la collaborazione con esperti locali, con comunità di pescatori e con il gruppo Project Seahorse Foundation for Marine Conservation, una ONG filippina.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: