NUOVA LUCE PER LA SEDE STORICA DI ZANICHELLI

20/09/2019

NUOVA LUCE PER LA SEDE STORICA DI ZANICHELLI
foto ©Domenico Pendino

Accesa questa settimana l’illuminazione della facciata della storica sede della casa editrice Zanichelli in via Irnerio 34 a Bologna. Sistema e progetto illuminotecnico sono di Aura Light Italia.

Obiettivo di Valentina Marvulli, lighting designer di Aura Light, valorizzare la monumentalità dell’edificio, progettato con gusto scenografico nel 1938 da Luigi Veronesi, e l’insegna della storica casa editrice con corpi illuminanti uplight, creando equilibrio tra linee orizzontali e verticali della facciata.

Il nuovo sistema di illuminazione valorizza l’insegna con due dispositivi a dimensione ridotta in grado di emettere una luce morbida e diffusa (profili Omnia 1).

L’installazione di alcune sorgenti luminose particolarmente versatili nell’orientamento e nel posizionamento (profili Phi17), ha permesso di dare nuova vita alle due statue dello scultore emiliano Ercole Drei, poste nelle nicchie laterali e finora rimaste nella penombra del portico.

La facciata monumentale dell´edificio di via Irnerio nel nuovo progetto illuminotecnico di Valentina Marvulli di Aura Light Italia (foto ©Domenico Pendino)

 

Completano il progetto una serie di fonti di luce dotate di una particolare illuminazione a scomparsa (profili Omnia 3) che permettono di ammirare il soffitto a cassettoni del portico, nonché la texture del marmo e della parete in granito.

L’intero progetto illuminotecnico è stato implementato con l’utilizzo di CASAMBI, una tecnologia Smart Lighting per avere il minore impatto possibile sull’edificio storico e rispettare i vincoli della Soprintendenza per i Beni Culturali, come la totale assenza di cavi. L’applicazione CASAMBI permette, inoltre, di ridurre le emissioni di CO2, tramite la riduzione al 50% dell’illuminazione nelle ore notturne.

Si tratta di un progetto Light as a service, comprensivo cioè di tutti i servizi, dalla progettazione alla manutenzione.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: 1 -