Sul filo dell´Eco-lusso

13/05/2009

Sul filo dell´Eco-lusso
Un´immagine di Eco a Porter, Touch 2008

Come é possibile coniugare la moda con l´ecologia, i piaceri del lusso con il rispetto dell´ambiente? Ce lo spiega Ornella Bignami, la signora dell´ecolusso, l´ideatrice di questa interessante linea di pensiero e di diverse mostre sul tema. é lei che intercetta e indica le nuove tendenze dell´eleganza a livello di materiali, forme, colori, nel rispetto delle differenti culture e sensibilitá, delle esigenze dei processi produttivi e naturalmente in una logica di rispetto dell´ambiente. La incontriamo a Elementi Moda, l´elegante studio-laboratorio che si apre su una silenziosa corte del centro di Milano, dove con gusto, competenza, talento e tanto lavoro si sviluppano le nuove idee che orienteranno le collezioni per le prossime stagioni.

Signora Bignami, ci puó spiegare in cosa consiste il suo lavoro?
Consiste in varie attivitá collegate alla ricerca di colori e di nuovi materiali, con un interesse particolare rivolto a nuove fibre, a particolari finissaggi che si possono applicare ai tessuti per ottenere risultati talvolta estetici, altre volte piú orientati alla funzionalitá. In breve facciamo ricerca, disegniamo collezioni commerciali di abbigliamento, o di piastrelle, o linee per la cosmetica. Lavoriamo anche con un gruppo di aziende in Irlanda nel settore dei mobili.

Cosa significa per lei il termine eco-lusso?
Eco-lusso indica prodotti naturali di qualitá. Lusso é confort, lusso é qualcosa fatto con cura, con amore, seguito nei dettagli; lusso sta pertanto ad indicare valore e non ostentazione.
L´ecologia oggi é un lusso, anche perché produrre il cotone or-ganico costa piú che produrre
il cotone normale; i processi de-vono essere rinnovati e le aziende devono acquistare nuovi e costosi macchinari: é una catena di investimento che porta il prodotto verso l´area del lusso.

Da cosa nasce l´idea di una mostra sul tema?
Devo dire che, personalmente, ho avuto uno stretto rapporto con l´ecologia giá da molti anni. Ho sempre creduto in questi principi, nella necessitá di fare attenzione, di proteggere la natura, di essere meno consumisti, di avere un atteggiamento piú interessato nei confronti dell´ambiente, anche per semplice rispetto della propria salute. Il progetto della mostra sull´eco-lusso nasce piú di quattro anni fa, in un momento in cui ho voluto fare il punto della situazione e mettere a fuoco il concetto dell´ecologia nei prodotti tessili, tuttora non chiaro per molte persone.

Ritiene l´eco-lusso una tendenza ormai chiara e destinata a durare nel design e nella moda?
Lo penso veramente e a ragion veduta, sempre piú aziende si orientano in questo senso. é importante avere un argomento cosí forte, con prodotti che costano di piú é vero, ma sono sani, sicuri, belli, di moda, ecc. Una serie di valori che fanno la differenza.

Anche se il termine ?sostenibilitá´ é ormai logoro quali crede siano le tendenze future nel rapporto tra ecologia e design?
Per quanto ne so gli spazi riservati alla coltivazione del cotone organico e a produzioni con metodologie sostenibili sono in crescita. Questo dipende molto dal fatto che il clima dei paesi dove si coltiva il cotone é spesso caratterizzato da grossi problemi di disponibilitá idrica e da una tendenza alla desertificazione.
Ed é cosí che molte importanti catene commerciali hanno informato i loro fornitori che non vogliono piú cotone coltivato con procedimenti non sostenibili.
La richiesta di prodotti da coltivazioni di tipo organico sta pertanto lentamente aumentando e si consoliderá, dato che é nell´interesse di tutti rispettare il risparmio d´acqua, di energia, e di risorse indispensabili per l´intero pianeta.

Ornella Bignami
Anima di Elementi Moda, Ornella Bignami si é formata in materia
di ricerca sperimentale prima presso il Centro Design Montefibre, poi attraverso lunghe collaborazioni con le piú importanti realtá come International Wool Secretariat, Deutsches Mode Institut, Pitti Immagine Filati, Masters of Linen.
é riconosciuta tra i maggiori esperti di filati e tessuti ed é membro
di prestigiosi Comitati di Tendenza internazionali.
Nel 2002 la Confédération Européenne du Lin et du Chanvre le conferisce il
premio ?Ma?tre du lin? per gli ottimi risultati ottenuti nella pro-
mozione del lino europeo di qualitá.
Collabora con i maggiori atenei e scuole di moda internazionali: Sda e Mafed Bocconi, Iulm, Istituto Europeo di Design di Milano, Royal College of Art di Londra.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: