Casa de Masi, il dettaglio e la dissolvenza

11/11/2009

Casa de Masi, il dettaglio e la dissolvenza

Il Premio speciale per la cura del dettaglio architettonico e costruttivo é stato vinto dall´architetto padovano Piergiorgio Semerano per la realizzazione della Casa de Masi.

é il restauro di un casale sperduto nella campagna leccese che da edificio insignificante diventa luogo privilegiato per un dialogo tra l´architettura e l´arte, accogliendo le opere dello scultore giapponese Hidetoshi Nagasawa. L´installazione diventa quindi elemento imprescindibile dall´intero progetto, sentieri ritagliati nella vegetazione svelano l´esposizione poco alla volta, anche lo spazio domestico asseconda questi percorsi, ad ogni ambiente della casa coincide un giardino interno; ogni camera prosegue verso l´esterno, in una conversazione continua tra dentro e fuori.

L´edificio esistente é stato avvolto da tavole di rovere sbiancato che circoscrivono i volumi in un involucro omogeneo; la zona soggiorno si colloca invece in una nuova ala, padiglione immerso nella natura circostante senza una struttura che ne definisca i limiti. Qui le pareti sono smaterializzate, al loro posto una vetrata curva che abbraccia la stanza, l´unico filtro verso l´esterno é un canneto artificiale di pali di cedro per schermare la luce; anche la copertura é sospesa con un sistema di travi piatte in cor-ten assemblate a sostegni praticamente invisibili. Nulla viene a turbare la trasparenza della struttura, libera di dissolversi nel giardino.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: