PREFABBRICAZIONE PER LA RIQUALIFICAZIONE

12/02/2018

PREFABBRICAZIONE PER LA RIQUALIFICAZIONE
Elementi prefabbricati Rhinoceros-Wall in produzione

In Italia 3 case su 4 hanno più di 40 anni e quasi la metà degli edifici necessita di interventi di manutenzione immediati. 23 milioni di italiani inoltre abitano 5,1 milioni di edifici situati in zone ad elevato rischio sismico.

Ma, condotti con metodi edilizi tradizionali, oltre ai costi gli interventi di messa in sicurezza e di riqualificazione energetica comporterebbero tempi lunghi e l’allontanamento degli abitanti per tutta la durata dei lavori.

Wood Beton, azienda da sempre focalizzata sulla progettazione e realizzazione di soluzioni di prefabbricazione edilizia e sull’industrializzazione del processo costruttivo ha messo a punto Rhinoceros-Wall®, un sistema brevettato presentato recentemente alla fiera Klimahouse di Bolzano, che permette di riqualificare un edificio in tempi brevi, senza allontanare gli abitanti e con un abbattimento dei costi di ristrutturazione fino al 40%.

il metodo Rhinoceros-Wall: dal rilievo al progetto 3D per la produzione su misura delle pareti, installate fisasandole alle fondazioni, puntualmente all´involucro e agganciandole al cordolo delle solette

 

Il metodo Rhinoceros-Wall®, applicabile a edifici fino a tre piani di altezza, prevede la realizzazione – a partire dal rilievo delle pareti esterne perimetrali tramite laser scanner e drone – di elementi prefabbricati accostati tra loro, incastrati nelle fondazioni, accostati puntualmente all’involucro esistente e ancorati mediante un giunto metallico ai cordoli delle solette dell’abitazione esistente.

I cavedi verticali ricavati all’interno delle nuove pareti permettono il passaggio delle colonne impiantistiche, ispezionabili tramite elementi prefabbricati rimovibili.

L’efficientamento energetico è assicurato dallo strato di isolamento esterno – modulabile – della nuova parete prefabbricata.

L’adeguamento sismico prescinde dalle reali capacità di resistenza dell’edificio riqualificato perché l’intera azione sismica viene assorbita dalla nuova parete incastrata in fondazione e collegata puntualmente alla parete esistente. 

1) edificio esistente; 2) modulo prefabbricato; 3) strato esterno isolante; 4) interspazio verticale per impianti; 5) mezzi di ancoraggio alla nuova fondazione; 6) mezzi di ancoraggio metallici per cordolo esistente; 7) piastra di regolazione al piede; 8) modulo di tampomento rimovibile



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: