PREMIO PIDA 2018. IL 31 LUGLIO SCADE IL BANDO

27/07/2018

PREMIO PIDA 2018. IL 31 LUGLIO SCADE IL BANDO
Un momento di uno dei workshop del premio Pida degli scorsi anni in una piazza di Ischia

A giorni scadono i termini per la presentazione delle proposte per partecipare all’ottava edizione del Premio Ischia Internazionale di Architettura 2018. Il Pida, concorso di architettura e design dedicato alla qualità dell’ospitalità, degli hotel e delle spa di qualità di tutto il mondo, è promosso dall’omonima associazione presieduta dall’architetto Giovannangelo De Angelis.

Il titolo scelto per l’edizione 2018, Protopia Maio, nasce da una riflessione di Michael Shermer, scrittore e storico della scienza statunitense, che, in un recente articolo, ha sostenuto la tesi del fallimento delle utopie e che alle stesse sia preferibile le protopie, cioè dei “passi progressivi verso il miglioramento, non verso la perfezione”. Una ricerca, quella sostenuta dall’intellettuale americano, che accumuna sia il concorso sia il workshop di progettazione locale, che ogni anno accompagna il premio.

Premio e workshop si concentrano entrambi su un tema: la ricostruzione del quartiere Maio dell’isola partenopea, epicentro del sisma avvenuto a Ischia il 27 agosto dell’anno scorso. 

Il premio internazionale viene assegnato alle opere di architettura ultimate e documentabili all’interno di due macro sezioni: Pida Hotel (hotel, agriturismi, pensioni…) e Pida spa (spa, centri termali, parchi termali, beauty farm, centri estetici). Le opere possono riguardare la realizzazione di nuova architettura o il recupero, la riqualificazione, l’ampliamento di edifici esistenti purché “sia leggibile un esplicito e un autonomo dialogo con la contemporaneità”.

Da quest’anno sono state introdotte due nuove sezioni: Pida Sisma e Pida Sisma Recupero, ovvero “premi di opere, pubbliche e private, realizzate ex novo o frutto di un recupero in chiave di adeguamento antisismico compiute in aree telluriche a partire dal terremoto dell’Aquila del 2009”.

Il concorso - che avviene in collaborazione con l’Associazione italiana di architettura e critica ed è patrocinato dal Dipartimento di architettura dell’università Federico II di Napoli, dall’Istituto nazionale geofisica e vulcanologia, dal Rotary Club Isola d’Ischia, da CasaClima Network e dall’Associazione nazionale ingegneri architetti italiani - prevede l’assegnazione di premi ai primi tre progetti classificati delle sezioni Hotel e Spa e un premio speciale per le sezioni Sisma e Sisma Recupero.

La giuria, la cui composizione verrà comunicata ufficialmente il 31 luglio prossimo, sarà presieduta da Luigi Prestinenza Puglisi. 

Il bando scade alle 23 del 31 luglio 2018. Il 26 agosto prossimo, sul sito dell’associazione (www.pida.it), verrà pubblicata la short list dei primi classificati di ciascuna delle sezioni del premio. Workshop e premiazione si terranno nel fine settimana del 14 e 15 settembre.

Un momento della presentazione del premio Pida 2018 avvenuta a Venezia in occasione dell´inaugurazione della 16. Biennale di Architettura. Nella foto, il presidente dell´associazione Giovannangelo De Angelis.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: