PRESENTATA LA COIMA CITY LAB CHARTER

27/10/2019

PRESENTATA LA COIMA CITY LAB CHARTER

Undertaking for great cities: giovedì 24 ottobre, nel corso dell’8° Coima Real Estate Forum, Manfredi Catella, Stefano Boeri, Elizabeth Diller, Gregg Jones, Lee Polisano, Carlo Ratti, Cino Zucchi e Chris Choa hanno firmato la Carta per la rigenerazione urbana delle città, il documento – rivolto ad architetti, sviluppatori e istituzioni – che propone standard quantitativi e qualitativi misurabili per lo sviluppo di progetti di rigenerazione urbana sostenibili.

«I flussi migratori dei prossimi decenni qualificheranno le città tra le infrastrutture fisiche più importanti del pianeta richiedendo un approccio responsabile alla rigenerazione urbana che sappia conciliare ambiente e comunità, integrando innovazione e affrontando temi fondamentali come l’inclusione sociale. La Carta, composta insieme a Coima City Lab, rappresenta un codice di comportamento da adottare per una rigenerazione urbana responsabile che possa partire proprio dalle città italiane come esempio per tutte le città del mondo» commenta Manfredi Catella, fondatore e amministratore delegato di Coima

Le linee guida tracciate dalla Carta prevedono che il disegno e la gestione di progetti di rigenerazione urbana dovranno essere a servizio del bene comune, creare un’identità, generare un senso di “luogo”, integrarsi con il resto del territorio, seguire i cambiamenti e durare nel tempo, contribuire a un ambiente più sano, incoraggiare l’integrazione, promuovere la biodiversità e la cultura green.

Coima City Lab Charter identifica, per ogni progetto, specifici obiettivi e parametri ESG (Environmental, Social, Governance) misurabili, fornendo una piattaforma di calcolo che porti alla verifica del rispetto di tali obiettivi.

Così, per favorire l’integrazione sociale e il benessere, i progetti dovranno prevedere – per una determinata percentuale – soluzioni per le nuove richieste abitative che tengano in considerazione i nuovi flussi demografici (ad esempio student/senior housing), ma anche proporre offerte culturali o per il tempo libero.

Per promuovere una cultura green e un’economia circolare dovranno essere ridotte le isole di calore, migliorata la qualità dell’aria, utilizzata energia da fonti rinnovabili; i progetti dovranno avere certificazioni che garantiscano tali caratteristiche.

Firmatario della Carta, Coima si impegna ad adottarne i principi declinandoli nella propria politica ESG, nelle procedure, nei processi e nei progetti di rigenerazione. Attraverso Coima Roots, l’approccio olistico all’investimento responsabile, allo sviluppo e alla gestione immobiliare elaborato da Coima, i principi della Carta saranno implementati nel processo decisionale di investimento, di sviluppo e di gestione attraverso scorecard dedicate per tipologia di progetto che saranno incluse negli Investment Memorandum di ogni nuovo investimento, monitorate e rendicontate nel Rapporto annuale di Sostenibilità.

Undertaking for great cities” è stato sottoscritto dalle persone di COIMA come segno morale di impegno personale per attuare concretamente ogni giorno le azioni necessarie a raggiungere gli obiettivi individuati per realizzare città straordinarie per tutti e rispettose dell’ambiente.

L’impegno di Coima verso uno sviluppo sostenibile del territorio è sempre stato alto, come dimostrato da progetti di rigenerazione urbana sviluppati per un valore economico di oltre 5 miliardi di euro, 73% dei quali certificati Leed.

Coima ha avviato una nuova stagione di progetti urbani responsabili già identificati per oltre 2 miliardi di euro, con l’obiettivo di contribuire per ulteriori 3 miliardi di euro nei prossimi cinque anni concentrandosi sulle principali città italiane e realizzando format innovativi in termini di sostenibilità ambientale e inclusione sociale.

 

COIMA

 

Coima è una piattaforma leader nell’investimento, sviluppo e gestione di patrimoni immobiliari per conto di investitori istituzionali.

Coima SGR, società di Investment & Asset management, gestisce 22 fondi di investimento immobiliari con oltre 5 miliardi di euro di investimenti e conta nel proprio portafoglio oltre 150 proprietà, inclusi più di 40 immobili certificati Leed.

Coima Srl, società di development e property management, in oltre 40 anni ha sviluppato e gestito immobili per oltre 5 milioni di metri quadrati. Fra i progetti più  importanti la piattaforma ha co-investito, co-sviluppato e gestisce ancora oggi il progetto Porta Nuova a Milano, uno dei più importanti piani di riqualificazione urbana d’Europa.



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: