PRIMA PIETRA PER IL NIDO DI MILANO CITYLIFE

20/07/2017

PRIMA PIETRA PER IL NIDO DI MILANO CITYLIFE
Render dell´asilo nido comunale in corso di realizzazione a Milano nel quartiere di CityLife (progetto, 02Arch)

Posata la prima pietra dell´asilo nido comunale nel nuovo quartiere di CityLife a Milano. Questa mattina il sindaco Giuseppe Sala ha dato il via ai lavori per la costruzione della struttura pubblica nell´area che una volta ospitava la Fiera Campionaria di Milano e che oggi vede realizzate abitazioni di lusso e due dei tre grattacieli previsti, quelli firmati da Zaha Hadid e Arata Isozaki.

Un momento della posa della prima pietra dell´asilo nido comunale di City Life. Da sinistra, l´architetto Ettore Bergamasco, l´ad di CityLife Armando Borghi, il sindaco di Milano Giuseppe Sala e l´assessore all´Urbanistica Pierfrancesco Maran

 

L´asilo, progettato dallo studio milanese 02Arch di Ettore Bergamasco e Andrea Starr Stabile, vincitori nel 2014 del concorso indetto da CityLife, sarà realizzato interamente in legno, in un´area decentrata del complesso edilizio.

L´asilo comunale avrà una superficie di mille metri quadrati e tremila metri quadrati di giardino. Ospiterà una settantina di bambini. Il costo dell´intervento è di 3,5 milioni di euro. La nuova struttura sarà pronta nell´aprile del 2018

 

Secondo i progettisti, la nuova struttura educativa, che ospiterà una settantina di bambini e bambine, sarà dotata di spazi flessibili e adattabili, in base alle esigenze che nel tempo si verranno a creare, e avrà caratteristiche di compatibilità ambientale. Gli ospiti dell´asilo avranno a disposizione tremila metri quadrati di giardino protetto e mille metri quadrati di superficie, che verrà organizzato in diversi edifici di dimensioni contenute attorno a un atrio, a partire dal quale si svilupperanno le diverse funzioni pedagogiche.

Il progetto prevede ambienti colorati e illuminati con materiali capaci di esaltare le esigenze sensoriali degli ospiti, disposti secondo i principi dell´edilizia bioclimatica e che faranno uso di fonti energetiche rinnovabili, tecniche di recupero delle acque piovane e realizzati con materiali certificati.

Per le strutture verticali e orizzontali dell´edificio verranno impiegati pannelli di legno X-Lam, mentre le facciate esterne ventilate saranno in materiali compositi in alluminio per le pareti bianche con rivestimento in listoni di ecolegno per le pareti tinteggiate di color legno

 

Per le strutture verticali e orizzontali dell´edificio verranno impiegati pannelli di legno X-Lam, mentre le facciate esterne ventilate saranno in materiali compositi in alluminio per le pareti bianche e rivestimento in listoni di ecolegno per le pareti tinteggiate di color legno. L´isolamento delle pareti verrà realizzato in pannelli extra-porosi in lana di legno. Per coibentare il massetto del pavimento, verrà utilizzato un isolante a base polimerica eco-compatibile. Per le coperture si prevede di utilizzare pannelli sandwich costituiti da un componente isolante espanso senza impiego di Cfc o Hcfc. I rivestimenti di pareti, pavimenti e soffitti saranno in legno, anche se le pavimentazioni delle aree interne, per garantire durata e manutenzione, saranno realizzate in vinilico eterogeneo, simile al legno, assemblato senza l´uso di colle.

La nuova struttura educativa sarà realizzata con materiali ecologici, prevalentemente in legno, che verrà impiegato per le strutture orizzontali e verticali e per le finiture di pavimenti e pareti 

 

L´obiettivo di Bergamasco e Stabile è ottenere la certificazione Leed Platino.

I lavori, che verranno realizzati da Iti Impresa Generale e Damiani-Holz&Ko, si concluderanno nell´aprile del 2018. Il costo delle opere da realizzare è di 3,5 milioni di euro, finanziati a scomputo degli oneri di urbanizzazione dovuti.

Nella stessa giornata, Armando Borghi, amministratore delegato di CityLife, ha annunciato di aver completato e inaugurato una nuova porzione del grande parco urbano del nuovo quartiere, raggiungendo così i primi centomila metri quadrati di verde pubblico realizzato (il parco, progettato da P´ArcNouveau, avrà un´estensione finale di 173mila metri quadrati).



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: