SALONE DEL RESTAURO DI FERRARA, GRANDI NOVITà

26/06/2019

SALONE DEL RESTAURO DI FERRARA, GRANDI NOVITà
Il castello estense di Ferrara (ph. licenza Creative Commons Nicola Bisi

Gestione diretta da parte di Ferrara Fiere Congressi Srl (gruppo BolognaFiere), abbinamento a Remtech Expo, manifestazione internazionale dedicata alla riqualificazione del territorio e alla bonifica dei siti contaminati, coinvolgimento diretto di due Ministeri – quello dello Sviluppo Economico oltre al Mibac – collaborazioni con Assorestauro, Ice e Gbc Italia: questi i fattori di rilancio del Salone Internazionale del Restauro, dei Musei e delle Imprese Culturali che si svolgerà a Ferrara dal 18 al 20 settembre 2019.

Quanto ai settori merceologici della manifestazione, è previsto un ampliamento e una diversificazione delle aree tematiche, con particolare riguardo all’innovazione dei materiali, ai software e alle nuove tecnologie, all’impiantistica, al restauro delle auto d’epoca, al trasporto di opere d’arte, al turismo esperienziale.

 

 

Prosegue la collaborazione con l’Università di Ferrara, da anni importante partner nell’organizzazione convegnistica, in modo particolare con il Dipartimento di Architettura e i suoi centri di ricerca DIAPReM, LaboRA e Laboratorio TekneHub del Tecnopolo di Ferrara.

In particolare, nell’ambito di Remtech Expo, l’Università organizzerà – in collaborazione con il Mibac, la Regione Emilia-Romagna, l’Agenzia regionale per la Ricostruzione-Sisma 2012 – uno spazio dedicato agli operatori del settore dell’intervento sul costruito esistente sul tema del trasferimento tecnologico, dell’innovazione e della ricerca industriale, con momenti di confronto BtoB e attività formative sulle tematiche della digitalizzazione della filiera, dal BIM alla diagnostica predittiva per la manutenzione e gestione degli edifici esistenti, la sicurezza strutturale e sismica.

Al centro del confronto il restauro del territorio e la ricostruzione post sisma del patrimonio culturale che affronta oggi, nell’area del cratere emiliano e non solo, l’intervento su centinaia di architetture esistenti sottoposte a vincolo (castelli, teatri, cimiteri, chiese, ecc.). 

Ne discuteranno le Università di Ferrara e di Parma, l’Agenzia per la Ricostruzione e imprese e progettisti protagonisti dei cantieri della ricostruzione.

In occasione del Salone si svolgerà inoltre la mostra dei progetti vincitori del Premio Internazionale di Architettura Sostenibile Fassa Bortolo, incentrato sull´innovazione dei sistemi tecnologici nel mondo delle costruzioni, giunto ormai alla quattordicesima edizione, con 101 progetti presentati da quattro continenti.




Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: