UN CONCORSO DEDICATO AL VERDE URBANO

26/02/2015

UN CONCORSO DEDICATO AL VERDE URBANO

Tra le novità della 66esima edizione di Flomart, il Salone Internazionale Florovivaismo e Giardinaggio in programma dal 9 all’11 settembre 2015 presso il quartiere fieristico di Padova, il concorso internazionale Flomart Garden Show intende sviluppare il tema del paesaggio urbano e il rapporto tra architettura e natura evidenziando l’importanza del verde, della biodiversità, della sostenibilità e del miglioramento delle condizioni di vita nei centri urbani ispirando operatori del settore e visitatori qualificati alla progettazione del proprio giardino, privato o pubblico.

Lanciato in occasione della Green Week delle Venezie, il concorso è dedicato agli architetti paesaggisti, designer, studi di progettazione e aziende che operano nel settore della progettazione e realizzazione del verde, agli studenti e, in generale, a tutti gli operatori del verde e del paesaggio.

La competizione prevede due sezioni: una dedicata a un’opera o un progetto culturale del verde già realizzati entro il 28 febbraio 2015, l’altra alla selezione di otto progetti di giardini temporanei di 48 mq da allestire all’interno dei padiglioni della Fiera di Padova nel corso di Flormart e dedicati al verde tecnologico per l’inserimento in ambito urbano su pareti verticali. Il progetto vincitore di questa sezione sarà realizzato in forma permanente, al termine della fiera, presso il parco Europa di Padova.

I candidati possono partecipare singolarmente o in team. Il termine per l’iscrizione è fissato al 30 aprile, mentre quello per la consegna della documentazione al 30 giugno 2015.

Eventuali domande e richieste di chiarimenti potranno essere inviate a flormartgardenshow@padovafiere.it.

Il 20 luglio 2015 saranno annunciati i candidati selezionati dalla giuria del premio composta dall’architetto Giorgio Strappazzon in qualità di presidente, dalla professoressa Lucia Bortolini, dagli architetti Giuseppe Cappochin, Manuel Palerm Salazar, Novella Cappelletti, Giampaolo Barbariol e dal dottor Daniele Villa.

 

 



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: