UNDER 35 PER “21ST CENTURY. DESIGN AFTER DESIGN”

02/11/2015

UNDER 35 PER “21ST CENTURY. DESIGN AFTER DESIGN”

Potranno essere consegnati fino al 21 Dicembre 2015 i progetti candidatisi alla Call, rivolta a designer, architetti, artisti, filmmaker, musicisti, fashion designer e performer under 35, lanciata dalla Triennale di Milano in occasione della XXI Esposizione Internazionale del 2016.

Call indirizzata a singoli, gruppi collettivi e scuole mira a raccogliere e selezionare i progetti italiani e internazionali più originali e innovativi nel campo dell’architettura, del design e dell’artigianato che rispondano al tema 21st Century. Design After Design

Salone della Vittoria, statua di Lucio Fontana, VI Triennale di Milano, 1936

 

Una sfida per inquadrare le grandi criticità che accompagnano la globalizzazione, la cultura tecnologica, le migrazioni, lo spostamento dei mercati e del potere finanziario, la formazione di nuovi scenari di convivenza e proporre soluzioni innovative.

Vestibolo d’ingresso e atrio, Baldessarri e Grisotti, pavimento di Attilio Rossi, soffitto di Lucio Fontana, IX Triennale di Milano, 1951

 

Gli elaborati, teorici o reali, eseguiti su qualsiasi tipo di supporto, saranno selezionati da una giuria ed organizzati in mostre a rotazione durante il periodo della XXI Esposizione Internazionale in diverse sedi culturali milanesi (musei, università, ex fabbriche) e nella Villa Reale di Monza (prima sede storica della manifestazione). Saranno inoltre pubblicati in un catalogo che racchiuderà tutte le proposte scelte.

I progetti degli under 35 saranno affiancati da elaborati prodotti da Istituzioni Internazionali (Partecipazioni Ufficiali) e da Istituzioni ed Enti territoriali ( Partecipazioni non- Ufficiali).

Scalone d´onore e vestibolo del piano superiore del Palazzo dell´Arte (soffitto eseguito da Seguso vetri d´arte, su disegno di Giuseppe Capogrossi) foto ©Ancillotti

 

Nella giuria che si occuperà della selezione, oltre al presidente Stefano Micelli, Richard Sennett, Silvana Annicchiarico, Alberto Cavalli, Francesco Bombardi, Fabio D’Agnano, Stefano Maffei, Carlo Martino e Laura Traldi.

Introduzione alla Mostra del grande numero: Rassegna del prodotto individuale ad alto livello tecnologico, Pio Manzù, William Lansing Plum e Richard Sapper, XIV Triennale di Milano, 1968 - foto ©Publifoto


Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: