UNEXPECTED CANTARUTTI

27/11/2018

UNEXPECTED CANTARUTTI
Sedute Ribbon di Cantarutti, foto Mattia Balsanini

L’azienda friulana ha presentato a Orgatec nuove collezioni frutto del lavoro di designer che hanno declinato il concetto di unexpected, chiave di volta del rinnovamento dell’immagine aziendale e dei prodotti stessi, in cui al legno vengono affiancati tessuti e colori che danno vita a una ‘classicità moderna’.

Tre sono le creazioni di LucidiPevere per CantaruttiObiPalmo Why. La prima è l’evoluzione della classica sedia da bistrot, valorizzata dal tessuto colorato che le conferisce un carattere forte e versatile. 

Palmo è una sedia con due anime: una solida, monolitica e monocromatica, costituita dagli elementi strutturali e l’altra soffice, accogliente e colorata di cui fanno parte il cuscino e lo schienale.

Why è una seduta in cui gli elementi strutturali formano una Y rovesciata, elemento unico che sorregge lo schienale avvolgente in multistrato.

Why, dettaglio, foto Mattia Balsamini

 

Valerio Sommella presenta invece la famiglia di imbottiti Cosy, in cui è protagonista l’imbottitura, per la prima volta utilizzata per un prodotto di tali dimensioni. L’elemento ligneo funge da piedistallo che regge la parte morbida e crea un contrasto di geometrie.

Timber, disegnata da Adam Goodrum, stravolge l’idea di prodotto, flessibile e versatile, che si presenta con linee semplici ed essenziali.

Il duo norvegese Anderssen & Voll presenta Ribbon, collezione multimateriale raffinata ispirata al design nordico, interpretata in chiave mediterranea grazie ai colori e ai rivestimenti.

sgabello Sprint, studio Klass, foto Mattia Balsamini

 

Sprint è la collezione di sgabelli disegnata da Studio Klass in cui l’archetipo della slitta lignea si fa struttura portante: una soluzione d’arredo contemporanea che richiama gli sport di velocità.

Enzo Berti presenta infine Tipi Stilo, sedute che, grazie alla loro versatilità ed eleganza, sono adatte alla zona living e all’ufficio.

Sedute Stilo, design Enzo Berti, foto Mattia Balsamini



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: