UNO SMILE PER IL LONDON DESIGN FESTIVAL

30/07/2016

UNO SMILE PER IL LONDON DESIGN FESTIVAL
Smile, l´installazione di Alison Brooks Architects e Arup al Chelsea College of Arts a Londra

Smile è l’installazione urbana che quest’anno accoglierà i visitatori del London Design Festival al Chelsea College of Arts dal 17 settembre al 12 ottobre: un “tubo” rettangolare curvo esplorabile internamente, alto 3,5 metri, largo 4,5 e profondo 34, progettato da Alison Brooks Architects in collaborazione con Arup.

La struttura, realizzata in pannelli X-Lam di tulipwood americano (Liriodendron tulipifera, noto in Italia come Tulipier), poggia a terra in un solo punto, dove è collocato l’ingresso, da cui si può percorrere l’interno da un’estremità all’altra provando ogni volta la strana sensazione di “salire” verso la luce che penetra l’installazione come in un tunnel per raggiungere una sorta di balconate che si aprono sulla città.

Lungo le pareti, la luce che penetra da leggere forature disposte lungo le pareti nei punti di minor tensione strutturale crea mutevoli pattern all’interno, mentre di sera l’illuminazione interna rende visibile da lontano la natura dell’oggetto, come una lanterna urbana.

I pannelli in X-lam di tulipwood sono il frutto di un lungo lavoro di ricerca condotto da AHEC (American hardwood export council) che ha fornito la materia prima (i pannelli in X-Lam sono stati prodotti dalla tedesca Züblin Timber).

Secondo Andrew Lawrence, associate director di Arup, «The Smile è la struttura più estrema fion qui realizzata in X-Lam. Ogni aspetto è spinto al suo limite assoluto. Si tratta di una dimostrazione concreta delle potenzialità nell’uso del legno duro (ovvero legno proveniente da angiosperme e latifoglie) nell’industria delle costruzioni».

Gli ingegneri di Arup hanno sviluppato la forma strutturale più efficiente facendo uso di soli 60 mc di materiale per creare uno spazio coperto di 150 mq. Le perforazioni nelle facciate chiuse segnalano le forze tensionali e di compressione che entrano in azione nei pannelli X.Lam.  



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: