VERTICALITÀ SENZA FINE

23/10/2012

VERTICALITÀ SENZA FINE
Una immagine del cantiere

Ispirata alla Colonna Infinita di Brâncuşi, la nuova torre progettata da Arata Isozaki e Andrea Maffei svetta verso il primato di grattacielo più alto d’italia grazie ai suoi 207 metri di altezza per 50 piani di uffici. 

La Torre Isozaki rientra nel programma di riqualificazione della vecchia Fiera di Milano e costituisce una delle tre grandi realizzazioni del futuro Business & Shopping District di CityLife, assieme alle torri disegnate da Zaha Hadid e Daniel Libeskind. Frutto della progettazione congiunta del giapponese Arata Isozaki in collaborazione con l’architetto Andrea Maffei, la struttura del grattacielo è stata concepita come un sistema modulare teoricamente ripetibile all’infinito che prende spunto dalla Colonna senza fine realizzata nel 1918 dallo scultore Rumeno Constantin Brâncuşi per il giardino pubblico di Târgu Jiu, in Romania. La torre Isozaki presenta dunque otto moduli leggermente convessi che si susseguono verticalmente, aventi ognuno sei piani destinati a ospitare uffici e rivestiti da una pelle di vetro a doppia camera con effetto leggermente bombato verso l’esterno. Lungo le due facciate principali dell’edificio sono stati previsti quattro “puntoni” inclinati studiati per contribuire al sostegno della costruzione, ridurre l’ingombro delle strutture portanti sullo spazio interno e fornire uno dei sistemi di controventatura. Le facciate laterali della torre sono in parte vetrate e percorse da ascensori panoramici che conducono ai vari piani dell’edificio e ne accentuano, assieme ai puntoni, l’aspetto futuristico. Una lobby d’ingresso open space su due livelli connette la torre direttamente con la piazza centrale del quartiere CityLife e con la piazza sottostante nella quale è prevista la fermata “Tre Torri” della nuova linea M5 della metropolitana milanese. Spazi di servizio e locali tecnici saranno collocati nei piani interrati, assieme a un parcheggio sotterraneo per 611 posti auto e 93 posti moto.

Render prospetto Sud

Il progetto soddisfa i prerequisiti di sostenibilità ambientale previsti dagli standard internazionali Leed, ed ha quindi già ottenuto la pre-certificazione Leed con rating Gold. Il cantiere avviato nei mesi scorsi presenta caratteristiche fisiche e tecnologiche di portata considerevole. La platea di fondazione ha previsto un getto continuo di calcestruzzo per un totale di 4.260 metri cubi, operazione che ha avuto una durata di ben 42 ore di lavoro senza soluzione di continuità. L’armatura della platea di base è stata realizzata con barre di acciaio per un peso totale di circa 1.200 tonnellate e una dimensione in pianta di circa 63 per 27 metri, con 62 pali di sottofondazione in cemento armato aventi una lunghezza di oltre 30 metri. Le azioni del programma dei lavori di cantiere sono strettamente connesse le une alle altre: una volta realizzate le strutture, man mano che i piani si libereranno dalle impalcature temporanee verranno assemblate le facciate.  

Piante, prospetti, sezioni e dettagli dei puntoni gialli in acciaio collocati in posizione inclinata sui prospetti principali della Torre



TORRE TCA CITYLIFE

Anno di realizzazione 2012 - 2015
Destinazione uffici
Committente CityLife srl, Milano
Progetto Arata Isozaki e Andrea Maffei
Design team Pietro Bertozzi, Takeshi Miura,  Alessandra De Stefani, Chiara Zandri, Vincenzo Carapellese, Roberto Balduzzi, Francesca Chezzi, Takatoshi Oki, Stefano Bergagna, Paolo Evolvi,
Elisabetta Borgiotti, Adolfo Berardozzi, Sofia Bedinsky, Atsuko Suzuki, Antonietta Bavaro, Carlotta Maranesi, Higaki Seisuke, Hidenari Arai / Andrea Maffei Architects srl Milano
Strutture Maurizio Teora (PD), Luca Buzzoni (PM), Matteo
Baffetti - Arup Italia, Favero & Milan Ingegneria
Facciate Mikkel Kragh, Mauricio Cardenas, Matteo Orlandi, Maria Meizoso, Carlos Prada / Arup Italia
(Milano)
Impianti Gianfranco Ariatta, Roberto Menghini, Riccardo
Lucchese, Andrea Ambrosi, Sylvia Zoppo Vigna - Ariatta Ingegneria dei sistemi (Milano)
Antincendio ing. Salvatore Mistretta
Trasporti verticali Jappsen Ingenieure (Francoforte)
Lighting design Lpa Light Planners Associates ( Tokyo)
Acustica Vernon Cole, Cole Jarman, Addlestone ( Surrey UK)
Project management J&A (Milano) - Ramboll (Londra)
Appalto Colombo Costruzioni (Milano)
Dimensioni
superficie lorda torre: 81.615 mq
superficie lorda parcheggi e interrati: 44.485 mq.
altezza massima fuori terra: 207m, numero piani: 50
numero piani uffici: 46, postazioni di lavoro: 3.864




Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: 1 -