VETRO TECNOLOGICO PER LA CASA DEL DESERTO

16/08/2018

VETRO TECNOLOGICO PER LA CASA DEL DESERTO
La casa del deserto, architettura off-grid in Andalusia (Foto Guardian Glass, LLC, ©Gonzalo Botet)

Recentemente Ofis Arhitekti, studio fondato nel 1996 da Rok Oman e Spela Videcnik con sedi a Lubiana e Parigi, ha realizzato nel deserto di Gorafe, in Spagna, un padiglione di soli 20 mq interamente in vetro. 

Commissionato da Guardian Glass per testare l’efficienza delle soluzioni tecnologiche applicate al vetro in climi estremi come quello dell’Andalusia, il padiglione è perfettamente abitabile, con una camera da letto, un bagno e una zona di soggiorno.

Collocata su un basamento in legno interamente rivestito in vetro specchiante Guardian, la Casa del Deserto è completamente autonoma dalle reti in quanto dotata di un sistema di filtrazione dell’acqua e di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.

Foto Guardian Glass, LLC, ©Gonzalo Botet


L’involucro della Casa del Deserto è interamente in vetro a controllo solare SunGuard SNX 60. Si tratta di un vetro rivestito con triplo strato di argento, energeticamente efficiente, con prestazioni elevate e un’estetica migliorata (spesso i vetri selettivi agiscono negativamene sulla qualità della luce naturale filtrata).

Il suo aspetto è trasparente e perfettamente neutro. Lascia penetrare il 60% della luce diurna naturale e appena il 29% del calore solare offrendo così un livello di isolamento termico molto elevato.

L´involucro in vetro SunGuard SNX 60 lascia penetrare il 60% della luce esterna ma solo il 28% dell´apporto termico solare (foto Guardian Glass, LLC, ©Gonzalo Botet)

 

Un’altra innovazione tecnologica adottata nel prototipo è il sistema di smaltatura Guardian System TEA (True Edge Application), che migliora la qualità e riduce il tempo necessario per la smaltatura dei bordi di vetro temperabile a rivestimento a spruzzo di Guardian, generando una superficie perfettamente uniforme con qualità ottiche eccellenti. 




Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: