VITRUVIO 4.0, A ROMA IL SECONDO INCONTRO

21/03/2019

VITRUVIO 4.0, A ROMA IL SECONDO INCONTRO

Si svolgerà il 27 marzo a Roma (Casina Valadier, ore 18:30) e sarà dedicato al futuro delle periferie il secondo dei cinque incontri di ‘Vitruvio 4.0’, progetto nato dalla collaborazione tra Mitsubishi Electric e l’architetto Leopoldo Freyrie, presidente della Fondazione RIUSO per la rigenerazione urbana e membro del comitato scientifico di Legambiente.

Scopo del progetto la lettura dei cambiamenti socio-economici che incidono sugli organismi urbani per formulare risposte progettuali alla luce dei classici parametri vitruviani di Solidità, Utilità e Bellezza. 

Evitando l’autoreferenzialità dei convegni di progettazione, i panel delle tavole rotonde di Vitruvio 4.0 comprendono personalità del mondo culturale, accademico e della ricerca e ‘non-addetti’ ai lavori. 

A Roma, con Leopoldo Freyrie discuteranno di periferie Sergio Rizzo, vice-direttore di Repubblica, Paolo Buzzetti, imprenditore edile, il regista Roberto Faenza, il vice presidente di Legambiente Edoardo Zanchini e l’architetto e scrittore Gianni Biondillo.

Da sempre le città si adattano ai cambiamenti di ordine sociale ed economico – basti pensare all’introduzione dell’elettricità o all’avvento dell’automobile – ma questo avviene in genere con ritardo, anche per i tempi lunghi del sistema delle costruzioni, per l’entità degli investimenti necessari e per la lentezza burocratico-legislativa nel recepire le nuove istanze. Per questa ragione disporre di un quadro puntuale che aiuti a immaginare il futuro può contribuire ad accorciare questi tempi e a pianificare interventi in grado di rispondere alle mutate esigenze dell’abitare, del lavoro e della mobilità.

Il primo incontro, tenuto a Milano il mese scorso, si era occupato dei nuovi modi dell’abitare, con il sociologo Mario Abis, il direttore del Cresme Lorenzo Bellicini, Andrea lacalamita di Homepal e il responsabile del settimanale del Corriere della Sera l’Economia Massimo Fracaro che hanno analizzato la ‘verticalizzazione’ della domanda, il nuovo ruolo degli spazi pubblici e l’impatto del tema ambientale e della crescente digitalizzazione sui luoghi in cui viviamo.

La tavola rotonda dell´incontro del mese scorso a Milano. Da sinistra: il giornalista del Corriere della Sera Massimo Fracaro, il sociologo Mario Abis, Andrea Lacalamita di Homepal, il direttore del Cresme architetto Lorenzo bellicini e l´architetto Leopoldo Freyrie

 

Temi dei prossimi incontri saranno “Ecologia ed innovazione urbana”, “Il riuso della città”, “Verde urbano e metropolitano”, seguendo il fil rouge del risparmio energetico che caratterizza il ciclo e che con il motto ‘changes for the better’ contraddistingue anche l’attività di Mitsubishi Electric, che da 90 anni applica le tecnologie più innovative per migliorare la vita quotidiana.

 



Commenti



Nessun commento presente.


PAGINA: